lago_di_garda_goletta_dei_laghi

A distanza di circa una settimana dal lancio di Goletta Verde , partirà anche la “cugina” lacustre Goletta dei Laghi 2011, sesta edizione del tour di Legambiente per il monitoraggio scientifico dei principali specchi di acqua dolce italiani. Il viaggio partirà giovedì 30 giugno dal Lago d'Iseo per poi spostarsi nel Lago Maggiore, nel Lago di Como e nel lago di Garda. Dopodiché l’equipaggio di Goletta dei Laghi si sposterà in Umbria e nel Lazio tra il Lago Trasimeno e quello di Piediluco, ma anche nei laghi di Albano, Bolsena e Bracciano.

L’attenzione è puntata su inquinamento, depuratori mal funzionanti, scarichi abusivi e cementificazioni , piaghe che minacciano la salute degli ecosistemi lacustri del Paese. Importantissime a questo scopo anche le segnalazioni che giungeranno a Sos Goletta (sms e mms al numero 346.007.4114), il servizio messo a disposizione dei cittadini per denunciare situazioni di criticità.

Non solo informazione, sensibilizzazione e prelievi (100 quelli previsti), ma anche attività di denuncia: come ogni anno la spedizione assegnerà le temute bandiere nere ad amministratori pubblici, società e imprenditori edilizi che aggrediscono le coste senza rispettare le normative urbanistiche o di tutela dei laghi deturpando il paesaggio.

La campagna, realizzata con il contributo di COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) si chiuderà il 25 luglio a Roma con la conferenza stampa finale, in cui verranno presentati i dati raccolti e il bilancio finale. L’anno scorso, ad esempio, grazie a Goletta dei laghi sono stati rilevati forti deficit nei sistemi di depurazione e decine di punti inquinati.

Rossella Muroni, direttrice nazionale di Legambiente fornisce un quadro dello stato attuale delle cose per i circa 400 bacini lacustri della nostra penisola: “il recepimento della direttiva europea in materia di qualità delle acque ha permesso all’Italia di modificare in modo più permissivo i criteri e i parametri sulla balneabilità, facendo un notevole passo indietro rispetto al 1982 quando con il decreto sulla qualità delle acque di balneazione (Dpr 470), decise la strada del rigore diventando il Paese leader in Europa per il controllo e monitoraggio delle acque. Ad aggravare il quadro c’è ancora il 30% degli italiani che ancora oggi scarica nei fiumi, nei laghi e in mare senza passare dal depuratore e il restante 70% degli italiani, pur depurando le acque di scarico, non sempre lo fa in modo adeguato e compatibile con la normativa vigente”.

Il passaggio della Goletta dei laghi sarà anche l’occasione per puntare il dito contro l’eccessivo consumo di suolo e la cementificazione selvaggia delle coste, senza rinunciare però alla promozione e valorizzazione delle località più virtuose, inserite nella Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano, per aver scelto di puntare sulla sostenibilità e la qualità ambientale del turismo”, aggiunge la Muroni, sottolineando che Goletta dei Laghi intende promuovere anche il turismo nelle località lacustri, che non hanno nulla da invidiare alle più prestigiose località marine dello stivale.

Roberta Ragni

L’itinerario di Goletta dei Laghi - tutte le tappe

30 giugno – 4 luglio Lago d'Iseo

5 luglio – 8 luglio Lago Maggiore

9 luglio – 12 luglio Lago di Como

13 luglio – 18 luglio Lago di Garda

19 luglio – 20 luglio Lago Trasimeno e Lago di Piediluco

21 luglio – 25 luglio Laghi di Albano, Bolsena e Bracciano

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

banner orto native

La guida utile

La guida per fare un orto in piccoli spazi. Chiara, veloce e gratuita!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram