voto

Quorum raggiunto! Il referendum consultivo regionale sul nucleare della Sardegna sarà comunque valido e un chiaro segnale alla politica italiana. Fino a ieri sera, alle ore 22, quando sono stati chiusi i seggi si erano recati alle urne oltre un terzo degli elettori.

Per la precisione, sono andati a votare il 39,83 per cento degli elettori, oltre 6 punti percentuali in più rispetto al quorum di almeno un terzo degli aventi diritto al voto, previsto dalla legge regionale n. 20 del 1957, per dichiarare valida la consultazione referendaria.

Analizziamo i risultati provincia per provincia. A Cagliari e dintorni si è recato alle urne il 41,47 per cento degli aventi diritto, in provincia di Nuoro il 39,33 per cento, nel sassarese il 34,69 per cento e in quella di Carbonia-Iglesias il 46,57 per cento, nel Medio Campidano il 42,28 per cento, in Ogliastra il 39,24 per cento e nella provincia di Olbia-Tempio il 38,63 per cento. Nell'oristanese, invece, il dato parziale della partecipazione al voto è del 39,26 per cento.

Oggi intanto si continua a votare dalle 7 alle 15. Soddisfatto il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, che ha detto: "Con questo pronunciamento il Popolo Sardo dice che intende scegliere, che la nostra Isola non accetta scelte calate dall'alto e che intende invece proporsi come modello da seguire a livello nazionale e internazionale. Andiamo avanti - ha aggiunto -. Auspichiamo che i numeri crescano ancora nelle prossime ore e che questa volonta' sia 'scolpita sul granito' per oggi e per il futuro".

Di sicuro un segnale forte all'intero Paese per i prossimi referendum di giugno 2011

Francesca Mancuso

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram