centrale_Onagawa

L'agenzia di sicurezza nucleare giapponese ha riferito della fuoriuscita di acqua radioattiva dalle piscine della centrale nucleare di Onagawa (Prefettura di Miyagi), in seguito alla forte scossa di terremoto di Giovedi. La stessa scossa di ieri non avrebbe però creato ulteriori problemi alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi o presso l'altro impianto nella prefettura di Fukushima.

Sempre secondo l'agenzia, una piccola quantità di acqua contaminata è stata trovata sparsa sul pavimento all'interno degli edifici in tutti e tre reattori della centrale di Onagawa, che ha sospeso le operazioni dopo il terremoto del mese scorso. Il report è comunque tranquillizzante, perché nessun movimento del livello delle radiazioni è stato rilevato.

Anche se le piscine del combustibile presso l'impianto di Onagawa e presso la centrale nucleare di Higashidori (prefettura di Aomori), entrambi gestiti dalla TEPCO, hanno perso le loro funzioni di raffreddamento per 20 a 80 minuti dopo il terremoto dell'11 marzo, non erano sorti particolari problemi.

La centrale nucleare di Higashidori anch'essa ha perso alimentazione dopo il terremoto di ieri, ma ha funzionato il generatore d'emergenza perché poi venisse ripristinata l'alimentazione esterna è ripartita alle ore 3.30 di oggi, venerdì 8 aprile.

L'ultima scossa di giovedi, del 7,4 della scala Richter che ha fatto ulteriori 3 morti e centinaia di feriti, ha avuto come epicentro la Prefettura di Miyagi ad una profondità di circa 66 chilometri, nelle zone già più duramente colpite dal terremoto del mese scorso.

Leggi tutti i nostri articoli sul terremoto in Giappone

Leggi tutti i nostri articoli sull'allarme nucleare

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog