catena_umana_antinucleare

Ieri 60.000 tedeschi hanno unito le loro mani per formare una catena umana lunga 45 Km. per dire No al nucleare. Un'iniziativa che dovrebbe essere replicata per unire l'intera Europa, l'intero mondo.

Probabilmente il successo dell'evento, organizzato prima del terremoto, è stato determinato in conseguenza dall'emozione della tragedia giapponese, come affermato dagli stessi organizzatori. Questo perché in Germania è da poco stata estesa la vita di alcune centrali già in essere, come quella di Neckarwestheim, costruita tra gli anni 70 e 80, che dovevano essere smantellate nel 2010.

E proprio la centrale nucleare di Neckarwestheim era il punto di arrivo della catena, il cui punto di partenza era invece la sede del governo del Baden Wurttemberg.

I motivi della catena sono quindi diventati un appello internazionale, contro la costruzione di nuove centrali e a favore dello smantellamento di tutte quelle esistenti. La cancelliera Merkel ha dichiarato quanto si ha paura dichiareranno i politici italiani: "Sappiamo quanto sicuri siano i nostri impianti e non abbiamo di fronte una minaccia come un grave terremoto o una violenta onda di marea".

Redazione greenMe.it


casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram