papa_benedetto_xvi

La visita del Papa del mese scorso in Gran Bretagna è costata cara “all'ambiente” del Regno Unito. I dieci milioni di sterline – tanto è costata l'ospitalità al Santo Padre per 4 giorni – è stata infatti divisa tra i sei dipartimenti governativi, ma più di un terzo è gravato sui bilanci ambientali ed energetici, fatto che ha scatenato la reazione di molti.

Sì perché togliere ben 3,7 milioni di sterline dai fondi destinati alle politiche di sostenibilità in un momento in cui la spesa per la riduzione del carbonio è in costante messa in discussione, non è andato giù soprattutto a chi, proprio in nome dei tagli dei costi per alle politiche green, effettuati nei mesi scorsi, ci ha rimesso anche il posto di lavoro.

Tutto è cominciato con una richiesta di informazioni di un cittadino circa le spese sostenute per il viaggio del Papa rivolta al Ministero del Tesoro tramite il sito whatdotheyknow.com. Nella leggendaria trasparenza delle amministrazioni inglesi, la risposta con l'elenco nel dettaglio delle coperture finanziarie della visita ponteficia non è tardata ad arrivare. E neppure le polemiche.

Il Tesoro ha reso noto che il bilancio complessivo per la visita di quattro giorni, ad esclusione della polizia, era, appunto di 10milioni di sterline. Questi costi sono stati somministrati dal Foreign and Commonwealth Office, che ha pagato le prime £ 750.000. Il rimanente £ 9.25m è stato diviso in parti uguali tra i cinque dipartimenti interessati e allineati con gli obiettivi del governo per la visita del papa. Ma cosa c'entra la Santa Sede con l'ambiente?

Stando a quanto riportato dal Guardian per l'ufficio Affari esteri che ha compilato il DECC, il Vaticano avrebbe una posizione “proattiva” per l'ambiente e la sua visita avrebbe avuto come scopo anche quello di "riposizionare la questione dei cambiamenti climatici non solo come una questione di economia e sicurezza energetica, ma anche di giustizia sociale, gestione del mondo naturale e di importazione fondamentali per la pacifica convivenza di uomo ".

Effettivamente il segretario di clima ed energia Chris Huhne ha avuto un incontro con il cardinale Turkson e Papa Benedetto XVI avrebbe anche fatto un breve accenno all'ambiente sostenendo che la Santa Sede “auspica di esplorare insieme al Regno Unito nuovi modi per promuovere la responsabilità ambientale, a beneficio di tutti”.

Ma può questo giustificare l'attribuzione delle spese?

Assolutamente no secondo la leader dei Verdi Caroline Lucas che ha sottolineato come il Papa non sia troppo noto per i suoi successi sul fronte dei cambiamenti climatici: "In un momento di gravi tagli finanziari quando il Dipartimento per l'ambiente sta combettendo per la sopravvivenza sembra del tutto incredibile che sia stato chiesto di contribuire alla visita del Papa, che pare abbia poco o nulla a che fare con la finalità avanzare sul cambiamento climatico ".

Ancora più categorico Jonathan Porritt, l'ex presidente della Commissione Sviluppo Sostenibile, rimosso dal suo incarico a luglio proprio per mancanza di fondi che invita il segretario di Stato per il DECC “a dire 10 Ave Maria e ripensare le proprie priorità".

Col dente avvelenato anche le aziende che vedono a rischio i tagli agli incentivi sulle rinnovabili. Grace Bennett, responsabile delle politiche di Micropower Council, un ente commerciale per le aziende specializzate in piccola scala di energia rinnovabile, ha dichiarato: "Questo tipo di spesa sembra assurdo in un momento in cui le politiche cruciali per la nostra transizione ad un'economia a bassa emissione di carbonio come gli incentivi per il riscaldamento da fonti rinnovabili e le tariffe incentivanti per il fotovoltaico sono a rischio”.

Simona Falasca



maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram