istat_indicatori_ambiente

Alcuni indicatori presi in esame dall’Istat evidenziano che nel nostro Paese la situazione ambientale è in lieve miglioramento. È quanto emerge dall’indagine, condotta dall’istituto nazionale di statistiche sugli Indicatori Ambientali Urbani in Italia relativi al 2009, che ha fotografato la situazione dell’ambiente analizzando i dati sulla qualità dell’aria, i livelli di inquinamento atmosferico e acustico, la condizione dei trasporti pubblici e privati, il verde urbano, la raccolta dei rifiuti e il consumo di energia.

Nell’indagine sono stati presi in esame 116 capoluoghi di provincia, che ospitano complessivamente il 29,8% della popolazione italiana del nostro Paese.

Lo scorso anno infatti, secondo i dati dell’indagine, per alcuni fattori si è evidenziata una contrazione dell’impatto delle attività umane sull’ambiente e sempre nel corso del 2009, il valore limite del PM10 è stato sforato relativamente poco, sia per i rifiuti urbani raccolti (-1,5%) che per il consumo di acqua (-0,7%).

Positivo – a livello generale – anche l’andamento della raccolta differenziata (che rappresenta il 30,4% della produzione di rifiuti urbani), salita di quasi due punti percentuali.

Meno incoraggianti, invece, i dati sui trasporti e la mobilità urbana. Tra gli indicatori meno rassicuranti, l’Istat ha segnalato l’aumento dei motocicli (+3,9%) il tasso di motorizzazione (+0,4%), e la riduzione dell’uso dei mezzi pubblici (-0,7%).

Tra le realtà positive da evidenziare, troviamo Rovigo, Siena e Oristano, che hanno esteso il servizio di raccolta differenziata a tutti i cittadini residenti, mentre Cosenza e Trapani hanno installato centraline fisse per il monitoraggio della qualità dell’aria.
Nel 2009 è inoltre aumentato il numero di amministrazioni comunali virtuose che hanno attuato interventi di tutela ambientale, tra cui spiccano Trento, Venezia, Bologna e Foggia. Primato negativo invece per Siracusa, Iglesias, Olbia e Catania.

Verdiana Amorosi

Per consultare tutti i dati nel dettaglio: Indicatori Ambientali urbani


monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram