incentivi_fotovoltaico_provincia_Gorizia

Buone nuove per chi possiede un'abitazione a Gorizia e dintorni. L'amministrazione provinciale ha infatti pubblicato nel proprio sito internet un bando per promuovere "il risparmio energetico e la produzione di energia pulita da fonti rinnovabili, al fine di sensilbilizzare la cittadinanza all’uso razionale delle risorse energetiche e promuovere lo sviluppo sostenibile nel territorio di propria competenza".

In sostanza, si tratta di un contributo a fondo perduto di 300 euro per la realizzazione di un impianto fotovoltaico con potenza nominale di 1 fino a un massimo di 3 KW (il consumo medio di una famiglia di quattro persone). Per “realizzazione” si intende non solo l'installazione e la posa in opera dell'impianto stesso, ma anche la fornitura di materiali, le eventuali opere edili necessarie, l'allacciamento alla rete elettrica, e infine la progettazione, direzione dei lavori, collaudo e certificazione (nella misura massima del 5% del costo complessivo).

L'iniziativa si colloca nell’ambito dello “Sportello energia, piano CO2, piano energetico, interramento linee elettriche, fotovoltaico” della Provincia di Gorizia, ed è aperta – fino a esaurimento dei fondi – a tutti i proprietari o usufruttuari di abitazioni private, nonché ai condomini di unità abitative e/o di edifici. Come specificato nel bando, che sarà valido fino al 31 dicembre 2010, il contributo sarà inoltre cumulabile con ogni altra forma di finanziamento ed incentivo.

E se l'unico spazio a disposizione fosse sopra quella vecchia tettoia, pensilina, pollaio, legnaia o garage... in amianto? Tanto meglio! La stessa provincia di Gorizia ha infatti confermato per il triennio 2010-2012 il Progetto Microraccolta e Smaltimento Amianto, finalizzato alla bonifica delle coperture con superfici di limitata estensione in cemento-amianto (eternit) presenti nel territorio provinciale mediante un co-finanziamento degli interventi da eseguirsi da parte delle ditte convenzionate con l’Ente pubblico.

Il costo degli interventi – eseguiti dall’Associazione Temporanea di Imprese (ATI) costituita dalle società Nestambiente S.r.l. (Padova) e dalla Nuova Amit S.r.l (Venezia) – sarà coperto per il 50% IVA compresa dalla Provincia, previa presentazione della domanda allegata al bando. E se la copertura finanziaria prevista ammonta a ben 140.000 euro, tocca adesso ai cittadini fare la loro parte.

Roberto Zambon


monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram