terremoto Osaka

Un violento terremoto di magnitudo 6.1 ha colpito la città giapponese di Osaka, uccidendo 3 persone e ferendone 200. Oltre 700 residenti sono stati evacuati. Crolli, voragini aperte sulle strade e trasporti bloccati.

Scene di panico nella città giapponese che questa mattina si è svegliata nel caos. Erano le 07:58 ora locale (00:58 ora italiana) quando la forte scossa ha fatto tremare Osaka. Il sisma, localizzato a 15 km di profondità, ha ucciso Rina Miyake, una bambina di 9 anni, rimasta intrappolata da un muro danneggiato nella piscina della sua scuola a Takatsuki, a nord di Osaka. Le altre vittime sono Minoru Yasui, di 80 anni e Motochika Goto, 85 anni, schiacciati dai crolli.

Oltre 200 persone sono rimaste ferite nel terremoto la cui magnitudo è come sempre altalenante: 5.3 secondo l'Usgs Geological Survey; per l'agenzia meteorologica giapponese originariamente la magnitudo del terremoto era di 5,9, poi è stata innalzata a 6.1. L'epicentro del terremoto è stato localizzato nella parte settentrionale della prefettura. Non è stato emesso alcun allarme tsunami.

Il primo ministro Shinzo Abe ha detto che il governo “lavora unito, con la prima priorità nel salvare la vita delle persone".

Diverse strade hanno subito gravi danni e le condutture sono scoppiate, riversando acqua nelle strade della città di Takatsuki dove il sisma è stato avvertito di più.

I treni sono stati sospesi in tutta la prefettura di Osaka. Secondo l'ufficio della prefettura, le case a nord di Osaka sono prive di acqua e la fornitura di gas è stata ridotta a 108.000 famiglie. Circa 170.000 abitazioni hanno subito interruzioni di corrente.

La Nuclear Regulation Authority ha fatto sapere di non aver rilevato alcun problema nelle sue centrali nucleari locali.

Terremoto anche in Guatemala

Anche dall'altra parte del Pacifico, la terra trema. Un terremoto di magnitudo 5,6 ha colpito Guanagazapa nella provincia di Escuintla, in Guatemala, poco dopo le 8:30 del pomeriggio ora locale, circa 3 ore dopo il sisma di Osaka. Non ci sono segnalazioni di feriti o danni gravi.

Sia il Giappone che il Guatemala sono situati sull'anello di fuoco, un'area caratterizzata da un'intensa attività sismica e vulcanica su entrambi i lati dell'Oceano Pacifico. L'area di 40.000 chilometri si estende dal confine della placca del Pacifico fino alle placche di Cocos e Nazca che costeggiano l'altra sponda dell'Oceano.

Osaka come Amatrice

Il terremoto che ha colpito oggi Osaka ha avuto la stessa violenza di quello che nell'agosto del 2016 ha distrutto Amatrice e provocato centinaia di vittime in tutto il Centro Italia.

Ma i paragoni finiscono qui.

La protezione civile riporta che le vittime del terremoto del Centro Italia del 24 agosto 2016, con epicentro nel comune di Accumoli e ipocentro alla profondità di 8 km, furono 299, mentre furono estratte vive dalle macerie 238 persone (alcune delle quali sono decedute in seguito).

Di certo, i centri storici italiani hanno un'origine più antica rispetto alle moderne città giapponesi ma il triste bilancio delle vittime dovrebbe spingere a mettere in sicurezza al più presto le antiche e splendide città italiane.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram