respiro_della-terra

È stato misurato per la prima volta il respiro della Terra. Si tratta di un calcolo che prende in considerazione il valore dato dalla fotosintesi e dal ciclo dell'anidride carbonica (CO2) in relazione alla temperatura, reso noto in due ricerche pubblicate sulla rivista scientifica Science e presentato ieri a Torino, in una conferenza stampa organizzata dal magazine all’interno dell'Euro Science Oper Forum (Esof).

Allo studio ha partecipato anche l'Italia, con il Centro di ricerche europeo di Ispra e le università di Milano Bicocca e Bolzano, che ha contribuito a portare avanti studi importantissimi nell’ambito dell’analisi dei cambiamenti climatici, e più in generale del clima.

Sono destinati a cambiare il modo in cui gli scienziati vedono il rapporto cruciale tra il clima della Terra e il ciclo del carbonio” – fanno sapere i ricercatori.

Questi studi infatti offrono nuovi dati, che consentono di avere oggi modelli del clima più completi e attendibili. Dal primo studio, condotto grazie alla collaborazione di 11 Paesi, coordinati dall’istituto di biogeochimica tedesco Max Planck di Jena, è emerso che le piante della Terra, attraverso il respiro, assorbono ogni anno circa 123 miliardi di tonnellate di anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera, mentre i CO2 rilasciati ogni anno dai combustibili fossili sono circa 7 miliardi di tonnellate. Dalla seconda ricerca invece, coordinata da Miguel Mahecha, è emerso per la prima volta che la temperatura dell'aria influisce sulla respirazione dell'ecosistema in modo simile in ogni parte del pianeta.


dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram