bambini mascherina

Ilvia, a Taranto scuole chiuse nel Quartiere Tamburi. Oggi gli studenti residenti nella zona sono rimasti a casa a seguito del cosiddetto "wind day".

Secondo quanto previsto dal piano di intervento per il risanamento della qualità dell'aria del quartiere, tutte le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse visto che è previsto vento forte dalla zona industriale in direzione della città.

A darne notizia è stata l'Arpa Puglia che ha diramato l'allerta "wind day":

"Ai sensi del Piano contenente le prime misure di intervento per il risanamento della qualità dell'aria nel quartiere Tamburi (TA) per gli inquinanti PM10 e benzo(a)pirene, approvato con DGR n. 1944 del 2/10/2012, e dei connessi adempimenti previsti a carico delle Aziende interessate, si comunica che in data 22/01/2018 è previsto un "wind-day".

Cosa sono i wind days?

L'ARPA Puglia ha rilevato un aumento significativo della concentrazione di PM10 nei quartieri vicini all’area industriale dove il vento sulla città arriva da Nord e Ovest a una velocità ≥ 7 m/s. In questi giorni dunque sono disposti interventi straordinari, come la chiusura delle scuole, per tutelare la salute dei residenti.

Il Comune invita inoltre i cittadini ad attuare le cosiddette misure cautelative, soprattutto per quelli che vivono nei pressi della zona industriale.

"Nella città di Taranto i principali problemi di salute connessi all’inquinamento atmosferico sono legati soprattutto ai livelli di PM10 e ai relativi inquinanti cancerogeni adsorbiti, come il benzo(a)pirene [B(a)p], che sono strettamente correlati alle attività produttive dello stabilimento ILVA. Per decenni i cittadini di Taranto, e in particolar modo quelli residenti nelle zone limitrofe all’area industriale, sono stati esposti a elevate concentrazioni di inquinanti ambientali, che non possono non aver avuto un ruolo in termini di salute pubblica, e i cui effetti potrebbero manifestarsi anche negli anni a venire" spiega il Dipartimento di prevenzione della Asl di Taranto.

Per ridurre l’esposizione agli inquinanti atmosferici presenti nell’aria la Asl suggerisce di svolgere attività fisica non oltre le 8 del mattino o nel primo pomeriggio, di arieggiare gli ambienti domestici negli stessi orari e ridurre al minimo l’utilizzo dell'auto.

La polemica

Non si tratta del primo wind day, anzi. Proprio la scorsa settimana le scuole sono rimaste chiuse per altri due giorni, il 17 e il 18 gennaio. E si è scatenata la polemica su una foto circolata sui social al rientro in classe.

C'è chi sostiene che sia una bufala. Non è ancora stato chiarito se sia realtà o se sia stata costruita ad arte e con chissà quale motivazione.

Come riporta il Corriere del Mezzogiorno, alcuni ragazzi al rientro a scuola avrebbero pulito i banchi con un fazzoletto diventato immediatamente nero: "

Gli alunni dopo due giorni di Wind day hanno ripulito i loro banchi e questo è il risultato" è il commento all'immagine diventata subito virale e pubblicata da un'insegnante.

Tra smentite e verità, si è scatenata anche la polemica politica. Via Twitter, Peacelink ha invitato le autorità a togliere l'immunità penale da cui sono coperti i commissari di Ilva.

E queste sono state le risposte del Ministro Calenda:

LEGGI anche:

Al momento a farne le spese, come sempre, sono solo i cittadini.

Francesca Mancuso

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram