inquinamento dallo spazio

Una una nube grigia ricopre parte del Nord Italia, dalla Pianura Padana alla Toscana, passando anche per Liguria e Lombardia. Lo racconta una foto scattata dallo spazio dall'astronauta italiano Paolo Nespoli, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Dal suo punto di vista privilegiato, a 400 km di altezza, Nespoli ha twittato una foto della Pianura Padana ricoperta da uno stato grigio. La classica nebbia o è smog?

È quanto si è chiesto l'astronauta. E la domanda è legittima visto che si contano già tanti sforamenti dei limiti delle polveri sottili proprio in quelle aree.

E se anche la nebbia in Val Padana è celebre, è più probabile che la nube avvistata dallo spazio sia in realtà la cappa di smog che sta soffocando le città del Nord.

Gli ultimi bollettini dell'Arpa non sembrano lasciare dubbi. L'Arpa Lombardia proprio oggi ha fatto sapere che sono già 8 i giorni consecutivi di superamento della media provinciale di 50 microgrammi per metro cubo registrati dalle centraline nelle province di Milano, Monza, Mantova, Bergamo, Brescia, nove invece in quelle di Lodi e Cremona, 5 a Pavia, 2 a Varese e uno a Como e Lecco. La media provinciale di Milano si attesta su 90 μg/m³.

La situazione è destinata a rimanere tale fino a domenica, quando invece le condizioni meteo dovrebbero favorire almeno in parte le dispersione degli inquinanti.

In Emilia Romagna la situazione non è di certo più tranquilla. Secondo l'Arpa regionale, negli ultimi 4 giorni sono stati registrati valori elevati di PM10, sempre superiori ai 50 microgrammi/m3.

“Questa situazione è legata alla presenza di un promontorio di alta pressione sul Mediterraneo centrale, che ha portato venti deboli e scarso rimescolamento su tutta la Pianura Padanaspiega.

Sono in atto delle misure d'emergenza di primo livello nei seguenti comuni: Parma; Reggio Emilia; Modena, Carpi (Mo), Castelfranco Emilia (Mo), Formigine (Mo), Sassuolo (Mo); Bologna, Argelato (Bo), Calderara di Reno (Bo), Casalecchio di Reno (Bo), Castel Maggiore (Bo), Castenaso (Bo), Granarolo (Bo), Imola (Bo), Ozzano dell’Emilia (Bo), San Lazzaro di Savena (Bo), Zola Predosa (Bo); Ferrara e Cento (Fe); Forlì (Fc), Cesena (Fc); Rimini (Rn), Riccione (Rn).

Ciò significa che in questi comuni vi sarà il blocco della circolazione per i veicoli diesel fino all’euro 4 compreso, l’abbassamento del riscaldamento fino a un massimo di 19°C (+2 di tolleranza) e il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomassa (legno, pellet, cippato, altro) per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a 3 stelle.

LEGGI anche:

Non solo splendidi panorami e aurore boreali. Purtroppo dallo spazio si vede anche il nostro smog.

Francesca Mancuso

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram