bambini Ischia terremoto

AGGIORNAMENTO DEL 22 AGOSTO ALLE 15: I due fratellini sono in salvo. Ciro e Mattias da ore erano sotto le macerie, dopo il terremoto che ieri sera ha colpito Ischia, provocando il crollo della loro abitazione.

Dopo ore di angoscia e di attesa, i due bambini sono stati estratti vivi e in buone condizioni di salute dai Vigili del Fuoco. Un piccolo miracolo, compiuto dai soccorritori. Una lotta contro il tempo, scandita dalla paura che ciò che restava della loro casa potesse crollare ulteriormente, rendendo ancora più difficile, se non impossibile il salvataggio di Ciro e Mattias.

Pur nella tragedia del terremoto, è una storia a lieto fine. L'intera famiglia è stata tratta in salvo. Prima la mamma Alessia, incinta di una bambina, a seguire il padre, rimasto incastrato tra il terrazzo e un'auto e alle 4 del mattino del piccolo Pasqualino, il terzo figlio della coppia, di 7 mesi.

I due fratelli maggior invece erano rimasti sotto le macerie, sotto il letto a castello.

AGGIORNAMENTO DEL 22 AGOSTO ALLE 9: Si scava ancora tra le macerie a Casamicciola per salvare i due bambini ancora sepolti tra le macerie, in seguito al terremoto che ieri ha colpito Ischia. I bambini, di 11 e 8 anni, Ciro e Mattias, stanno bene ma sono ancora sotto i calcinacci della loro abitazione. Il fratellino, di 7 mesi, è stato estratto vivo e sta bene.

Ieri, una scossa di magnitudo 3.6 (poi ricalcolata a 4) si è verificata alle ore 20:57 nei pressi dell'isola, in provincia di Napoli. L’epicentro è stato localizzato in mare dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV ad una profondità di circa 10 km, nei pressi della costa del Comune di Forio (NA). 

La Protezione Civile fa sapere che continuano le attività di ricerca delle persone che risultano ancora disperse. Nella notte, i soccorritori, dalle macerie della palazzina in località La Rita del comune di Casamicciola, hanno recuperato, in vita, il più piccolo dei bambini intrappolati. I due fratellini invece sono ancora sotto le macerie ma in costante contatto con i soccorritori, tramite microfoni. 

E' possibile che i bambini siano al riparo all'interno di una bolla d'aria, probabilmente creata dai loro letti a castello. Ogni secondo è prezioso. Le operazioni per il loro salvataggio sono molto delicate visto che si devono scongiurare eventuali crolli. Ciò che al momento conta è che i piccoli stiano bene.

terremoto ischia

Purtroppo però ci sono due vittime, due donne, di cui una rimasta coinvolta nel crollo della chiesa di Santa Maria del Suffragio.

Durante la notte, tre corse appositamente organizzate dalle Capitanerie di Porto, hanno fatto evacuare dall’isola 1.051 persone, momentaneamente ospitate a Pozzuoli dai volontari della Croce Rossa Italiana.

"Per coloro che, invece, hanno bisogno di assistenza sull’isola sono stati allestiti, nei due comuni maggiormente colpiti e nei porti di Casamicciola e Ischia, punti di prima assistenza da parte dei volontari di protezione civile della regione Campania e della CRI."

Tweet riguardo #Ischia

LEGGI anche:

SISMA CENTRO ITALIA: TERRITORI ANCORA INVASI DALLE MACERIE. COME INTERVENIRE?

Il pensiero corre anche ad Amatrice, dove quasi un anno fa, il 24 agosto un violento terremoto rase al suolo il paese, ancora oggi in ginocchio.

Francesca Mancuso

Foto

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog