miniera argentina

La società mineraria Alumbrera Ltda dovrà pagare per tutti i danni ambientali causati dalle proprie sostanze contaminanti in Argentina.

Si tratta di una sentenza storica resa nota alla fine di dicembre 2016. La causa contro la miniera era stata intentata da due residenti locali che hanno assistito al progressivo inquinamento delle proprie terre nella provincia di Tucuman.

La sentenza stabilisce che la compagnia mineraria deve compiere tutte le azioni necessarie per la riparazione completa dei danni ambientali causati dall’attività svolta fino alla totale scomparsa delle sostanze inquinanti dal suolo, dall’aria e dalle acque superficiali e sotterranee.

Inoltre la società mineraria dovrà intervenire per riportare allo stato precedente quelle aree che sono state disboscate per l’apertura di nuove strade e cave, lavori che hanno causato la perdita della copertura vegetale.

Leggi anche: DISASTRO AMBIENTALE IN ARGENTINA: FUORIUSCITA DI CIANURO DA UNA MINIERA INQUINA CINQUE FIUMI

miniera argentina

Alumbrera Ltda è una società che si occupa di miniere d’oro e di rame. Dal 1997 è diretta da Glencoe, società svizzera che detiene il 50% del capitale.

La miniera Bajo de la Alumbrera si trova nella provincia di Catamarca, a 320 km da San Miguel de Tucuman.

Leggi anche: ABORIGENI IN LOTTA CONTRO LA MINIERA DI CARBONE CHE MINACCIA LA GRANDE BARRIERA CORALLINA (#SAVETHEREEF)

Fin dal’inizio la società mineraria avrebbe dovuto adoperarsi per la protezione dell’ambiente e della popolazione ma così non è stato. Le attività della miniera hanno iniziato a contaminare il suolo, l’aria, i fiumi, le fonti idriche superficiali e sotterranee con sversamenti pericolosi contenenti mercurio, cianuro e uranio. Analisi di laboratorio hanno dimostrato il coinvolgimento della miniera nella contaminazione.

Leggi anche: MAXIMA ACUÑA CHAUPE, LA CORAGGIOSA CONTADINA CHE LOTTA CONTRO LA PIÙ GRANDE MINIERA D’ORO DELL’AMERICA LATINA (FOTO E VIDEO)

La società mineraria è stata denunciata dai fratelli Miguel e Carlos Aranda. La causa ha avuto inizio nel 2006 e dopo dieci anni si è giunti a una sentenza esemplare che speriamo possa portare altre miniere colpevoli di inquinamento a dover risarcire e riparare in toto i danni ambientali. Ora la speranza è che la società mineraria coinvolta possa davvero rispettare la sentenza e intervenire a favore della popolazione e dell’ambiente.

Marta Albè 

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram