Puliamo il mondo 2016

Puliamo il mondo 2016 si riparte! Il 23, 24 e 25 settembre torna in tutta Italia l’importante iniziativa di volontariato ambientale organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai con un’edizione tutta dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere, per contribuire a spazi urbani più sostenibili, puliti e inclusivi.

Per il 24esimo anno consecutivo, ci saranno migliaia di volontari, tra cittadini, scuole, amministrazioni, associazioni e comunità straniere, che nella tre giorni di Puliamo il Mondo, con tanto di guanti e ramazze, ripuliranno dai rifiuti strade, vie, parchi e aree degradate della città, al suon del motto:

Puliamo tutti insieme il mondo dai rifiuti, dall’indifferenza, e dalle barriere fisiche, culturali e mentali, per un’Italia davvero sostenibile, aperta al dialogo e alla partecipazione attiva”.

LEGGI anche: PULIAMO IL MONDO 2015: TUTTI GLI EVENTI PER RIPULIRE L'ITALIA

La campagna, che tra l’altro è l’edizione italiana di Clean up the world nata Sydney nel 1989 e portata in Italia nel 1993 da Legambiente, è dedicata quest’anno al tema dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’abbattimento delle barriere. Il mondo, infatti, non va ripulito soltanto dall’immondizia, ma anche dall’indifferenza che frena lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti e impedisce la creazione di spazi urbani più sostenibili e lo scambio interculturale.

È per questo che Puliamo il Mondo coinvolgerà, oltre a tante associazioni presenti sul territorio, anche le comunità dei migranti, i rifugiati politici, le associazioni dedite all’integrazione sociale.

Puliamo il Mondo - afferma Rossella Muroni, presidente nazionale di Legambiente - trova nel volontariato ambientale e nella partecipazione attiva il suo grande punto di forza. Il volontariato è una importante leva di cambiamento, intreccia competenze, visioni, dà risposte sociali a istanze collettive e soprattutto riesce a coinvolgere persone di ogni età, religione, paese e status sociale che vogliono “rimboccarsi” le maniche e contribuire con azioni concrete alla tutela dell’ambiente e a un mondo più sostenibile e inclusivo. Quest’anno la campagna sarà dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere e nella tre giorni di pulizia saranno coinvolti carcerati, migranti, comunità straniere e ragazzi disabili, perché il volontariato non ha né confini né barriere, anzi rende tutti cittadini di fatto”.

E il capitolo rifiuti? Secondo dati Legambiente, nel nostro Paese sono più di 1500 i comuni ricicloni, quelli che hanno raggiunto l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata e sono ben 525 le realtà che producono meno di 75 kg annui per abitante di rifiuto secco indifferenziato (pari al 7% del totale nazionale), per una popolazione che sfiora i 3 milioni di cittadini. Di questi 525 comuni virtuosi, 255 hanno un sistema di tariffazione puntuale e 136 uno normalizzato.

LEGGI anche: COMUNI RICICLONI 2016: IL TUO COMUNE È RIFIUTI FREE?

Ci sono, poi, le esperienze virtuose di diverse amministrazioni che hanno come comun denominatore la responsabilizzazione dei cittadini attraverso una raccolta domiciliare, una comunicazione efficace e politiche che premiano il cittadino virtuoso. Come per esempio il sistema di penalità e premialità della nuova legge regionale in Emilia Romagna, la tariffazione puntuale di Treviso o l’esperienza della raccolta porta a porta avviata a Catanzaro (qui nel 2015 si partiva dal 10% di raccolta differenziata, a maggio di quest’anno si è raggiunta una media di raccolta differenziata pari all’80% nelle prime due aree servite, elevando la percentuale complessiva della raccolta cittadina al 32%).

locandinapuliamoilmondo
La maggiore informazione, la presa di coscienza da parte dei cittadini su questi temi e la spinta che possono esercitare con iniziative come Puliamo il Mondo sono essenziali per affrontare le questioni ambientali ancora aperte. Prendersi cura del proprio territorio è anche la base di una comunità che si integra e scommette su un futuro comune”, conclude Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

E insegnarlo poi ai nostri cuccioli tra i banchi di scuola o, ancor più, offrendo loro tali iniziative e far sentire importante anche il loro ruolo è di vitale importanza per creare consapevolezza soprattutto nelle generazioni future.

La campagna ha ottenuto anche nel 2016 il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI e di ANCI.

Qui trovate tutti i luoghi, i programmi e i referenti locali di Puliamo il mondo 2016. 

Germana Carillo

 

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog