terremoto norcia

La situazione nelle zone colpite dal terremoto nel Centro Italia è terribile. I sopravvissuti ai microfoni dei telegiornali invocano una ricostruzione rapida per poter riabitare presto i propri luoghi. Le abitazioni si sono sgretolate per le scosse di terremoto, con i maggiori danni ad Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto. Ma Norcia, che si trova comunque vicino all'epicentro, ha resistito, come mai?

A Norcia, in Umbria, non ci sono stati né morti né feriti gravi e i danni, anche se esistono, non sono irreparabili e vengono definiti ‘contenuti’. Il merito è della ‘buona ricostruzione’ degli edifici che è avvenuta a seguito del sisma che aveva colpito l’Umbria e le Marche nel 1997.

A differenza di quanto accaduto ieri nelle Marche e nel Lazio, a Norcia e in Umbria i danni provocati dalle scosse sono decisamente inferiori. Questo perché dopo il sisma del 1997 non ci si è limitati a riparare i danni ma si è lavorato per mettere in sicurezza l’intero territorio.

Nella località di Norcia le case hanno retto perché sono tutte antisismiche, secondo quanto dichiarato dalle autorità locali. Qui i danni sarebbero stati maggiori se dopo i terremoti degli anni Settanta e Novanta non ci fossero stati degli interventi ad hoc.

Sappiamo che le regioni del centro Italia e gli Appennini rappresentano una zona a rischio sismico elevato e ora la situazione di Norcia dimostra che una buona prevenzione può consentire ai centri abitati di resistere ai terremoti.

Leggi anche: #TERREMOTO 6.0 CENTRO ITALIA, AMATRICE RASA AL SUOLO. SERVE SANGUE (COME DONARE)

A Norcia è stata danneggiata la basilica e si sono verificati alcuni crolli nelle frazioni. Sono stati registrati dei crolli a Castelluccio e in altre località umbre ma in generale nella regione i danni non sono gravi e le persone rimaste ferite lo sono solo in maniera lieve. Gli ospedali sono operativi per offrire soccorso a chi ne ha bisogno.

La ricostruzione antisismica a Norcia è avvenuta dopo i terremoti del ’79 e del ’97 dimostrando come un lavoro di messa in sicurezza del territorio possa salvare case e soprattutto vite umane.

Leggi anche: TERREMOTO: ECCO COME AIUTARE CHI È STATO COLPITO DAL SISMA

È arrivato il momento di rendersi conto dell’importanza della prevenzione e degli interventi antisismici, sia per quanto riguarda gli edifici già esistenti, sia in vista della ricostruzione e della costruzione di nuove case. In Italia esistono sia gli strumenti che gli esperti in grado di verificare la sismicità dei suoli e di determinare di conseguenza le azioni per la verifica e la progettazione della costruzione o della restaurazione degli edifici.

Leggi anche: I PEGGIORI TERREMOTI CHE HANNO COLPITO L'ITALIA NEGLI ULTIMI 50 ANNI

Mettere in sicurezza gli edifici esistenti e ricostruire a regola d’arte, pensando al rischio di nuovi terremoti, potrà contribuire ad evitare sia i grandi crolli sia che in futuro ci siano centinaia di vittime, come ora purtroppo sta accadendo nelle zone più colpite.

 

Tweet riguardo #prevenzione

Marta Albè 

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram