seabin

Un bidone dei rifiuti galleggiante per ripulire gli oceani dalla spazzatura. Lo hanno inventato gli australiani Andrew Turton e Pete Ceglinski. Con questo sistema si possono raccogliere bottiglie di plastica, rifiuti di carta e tracce di carburanti e detergenti che si trovano in mari e oceani.

Si tratta di un sistema economico e a bassa manutenzione che si propone come alternativa alle imbarcazioni per la raccolta dei rifiuti. Uno degli obiettivi del progetto è quello di raccogliere dagli oceani plastica sufficiente da riciclare per costruire altri Seabin e continuare di questo passo come in un effetto domino.

I due ideatori del progetto al momento si stanno dedicando all’autoproduzione di nuovi bidoni dei rifiuti per salvare gli oceani e sperano di poter iniziare ad utilizzarli al meglio tra la metà e la fine del 2016.

Nel frattempo si stanno organizzando per ampliare il progetto e per questo motivo chiedono l’aiuto dei cittadini di tutto il mondo grazie ad una campagna di crowdfunding lanciata sulla piattaforma Indiegogo.

seabin 1

seabin 2

seabin 3

seabin 4

seabin 5

seabin cover

Il progetto Seabin sta destando un grande interesse dato che al momento grazie al crowdfunding hanno raccolto 42 mila dollari rispetto all’obiettivo finale di 230 mila dollari. Già più di mille persone hanno dato il proprio supporto alla campagna, che potete seguire qui nel suo sviluppo.

Marta Albè

Fonte foto: Sea Bin Project

Leggi anche:

 

 

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

banner orto native

La guida utile

La guida per fare un orto in piccoli spazi. Chiara, veloce e gratuita!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram