chevron ecuador

Inquinamento da idrocarburi in Ecuador, Chevron è nei guai. La vicenda si trascina nel 2001, cioè da quando l’azienda ha iniziato a ribellarsi a un verdetto secondo cui avrebbe dovuto risarcire i gravi danni ambientali e sociali di cui è ritenuta responsabile.

La giustizia ecuadoriana ha stabilito nel 2001 che Chevron avrebbe dovuto risarcire danni ambientali e sociali per 9500 milioni di euro, ma la multinazionale fino a ad ora è apparsa riluttante nel rispettare la sentenza.

Chevron da quel momento in poi avrebbe cominciato a elaborare la teoria di un vero e proprio complotto orchestrato per danneggiare l’azienda da parte degli abitanti dei villaggi ecuadoriani e delle associazioni ambientaliste.

Il Ministro dell'Ambiebte dell'Ecuador sostiene che Chevron ha sversato 680 mila barili di petrolio contaminando fiumi, flora e fauna e che la multinazionale più inquinante del mondo ha bruciato 235 miliardi di metri cubi di gas all’aperto.

A quanto pare, la società ha speso tempo e denaro per inventare una testimonianza di copertura. La creazione della copertura è stata supportata dall'intervento di Antonio Guerra, ex giudice ecuadoriano che ha in seguito ammesso di aver mentito in cambio di somme di denaro ricevute dalla stessa Chevron.

Guerra si sarebbe fatto vivo per primo con Chevron, chiedendo una tangente all’azienda stessa per aiutarla a superare i problemi legali in Ecuador. L’uomo, con la sua falsa testimonianza, ha in seguito sostenuto di aver ricevuto dai legali della popolazione ecuadoriana la richiesta di scrivere, come ghostwriter del giudice Zambrano, una sentenza contro Chevron e che gli era stata offerta una tangente da 300 mila dollari per svolgere questo compito.

Probabilmente l’azienda sperava di sfuggire alla giustizia basandosi sulla menzogna, ma il trucco è stato svelato. Guerra ha ammesso di aver inventato l'intera vicenda per ricevere denaro dalla multinazionale e ora vive con la sua famiglia in una casa che Chevron ha comprato per lui, guida una macchina offerta dall’azienda e riceve un compenso di 12 mila dollari al mese.

chevron ecuador caso

Fonte foto: Wikipedia

La vicenda è davvero molto intricata. Che cosa succederà? Ora Chevron dovrà essere posta sotto esame per aver intimidito i giudici in Ecuador, per atti di corruzione, per aver falsificato le prove e per aver permesso la presentazione di una dichiarazione non corrispondente a verità.

La popolazione dell’Ecuador riuscirà mai ad avere giustizia?

Marta Albè

Fonte foto: Omissis News

Leggi anche:

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram