Estate 2015 da record: registrate le temperature più calde di sempre

caldo record

Caldo da record nel 2015. I mesi appena trascorsi hanno fatto registrare temperature molto elevate. Per la National Oceanicand Atmospheric Administration americana (NOAA) si tratta dei mesi più caldi mai registrati.

In particolare, l'estate del 2015 è stata la più caldo mai registrata negli ultimi 135 anni. Il periodo da giugno ad agosto di quest'anno ha avuto infatti la più alta temperatura media sia sulla superficie terrestre che negli oceani.

Durante l'intervallo di tempo di tre mesi, le temperature terrestri e oceaniche globali balzò in piedi 1,53 gradi Fahrenheit al di sopra della media del 20 ° secolo, battendo il record stabilito nel 2014 da .20 gradi Fahrenheit. Il grafico sottostante, dal National Oceanic and Atmospheric Administration, illustra come temperature molto più elevate sono che nei record precedenti anni.

Per non parlare di agosto, in cui la temperatura media a livello mondiale su superfici terrestri e oceaniche è stata la più elevata mai registrata, con un aumento di 0,88° in più rispetto alla media del 20° secolo, e superando il record del 2014 pari a 0,09° C.

Secondo gli scienziati, è stato il più caldo agosto nel periodo tra il 1880 il 2015. Il record delle temperature è stato osservato in gran parte del Sud America e in alcune parti dell'Africa, del Medio Oriente, in Europa e in Asia.

Per quanto riguarda il mare, a livello globale la temperatura media della superficie era di 0,78 ° C al di sopra della media del 20° secolo, in assoluto anche la più alta temperatura mensile del periodo record 1880-2015, superando il precedente record stabilito a luglio.

E le conseguenze sono immediatamente visibili. L'estensione del ghiaccio marino artico ad agosto è scesa del 22,3 per cento al di sotto della media 1981-2010. L'estensione del ghiaccio marino antartico ad agosto è scesa dello 0,5 al di sotto della media 1981-2010.

“L’analisi - sottolinea Coldiretti - è stata diffusa in occasione Consiglio Europeo dei Ministri dell’Ambiente che dopo aver incontrato il Papa in Vaticano si riuniscono per definire una strategia comune per il vertice Onu previsto a Parigi sul clima a dicembre. Un segnale molto chiaro in vista di un appuntamento dal quale si attendono impegni significativi ed urgenti”.

Ci attendono tempi roventi.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

LUGLIO 2015, IL MESE PIÙ CALDO NELLA STORIA DELLA TERRA

IL 2015 È STATO L'INVERNO più CALDO MAI REGISTRATO