Trattamenti ormonali per ridurre le emissioni di CO2 delle mucche? È la soluzione presentata da una nuova ricerca condotta dalla University of Nottingham e pubblicata su PLOS ONE. In pratica, suggerisce l'uso di trattamenti ormonali mirati per un'industria lattiero-casearia più efficiente e sostenibile, che riduca le emissioni di gas serra.

Questo perché entro il 2050 si prevede che la crescita in dimensioni e ricchezza della popolazione umana in tutto il mondo porterà a una domanda senza precedenti di alimenti di origine animale. Ma i limiti delle risorse naturali implicano che l'aumento della produttività agricola necessaria per rispondere a questa domanda debba essere ecologicamente sostenibile, sostengono i ricercatori. I trattamenti ormonali per sostenere la riproduzione delle vacche da latte potrebbero, secondo loro, soddisfare questi obiettivi.

"I trattamenti ormonali di routine potrebbero migliorare l'efficienza ottenendo più mucche gravide rispetto a prima. Questo è migliore per l'ambiente come per ogni litro di latte prodotto; sarebbero necessari meno animali, il che genera meno rifiuti. Questo vale per qualsiasi razza di mucca e per la maggior parte delle aziende agricole, ad eccezione di quelle che sono già eccezionalmente ben gestite", spiega il dottor Simon Archer della School of Veterinary Medicine and Sciences.

I risultati? Per un branco medio nel Regno Unito ci sarebbe una riduzione delle emissioni di metano equivalente al potenziale di riscaldamento globale di due auto, una casa di famiglia o 21 barili di petrolio. L'agricoltore risparmierebbe a sua volta almeno 50 sterline a vacca ogni anno in costi di produzione. I trattamenti ormonali di routine sarebbero quindi finanziariamente sostenibili in molte aziende agricole. Peccato che esistano altre opzioni molto più semplici e dirette per ridurre inquinamento ed emissioni provocate dall'allevamento di mucche: ridurre, se non eliminare, il consumo di prodotti animali.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Come azzerare le emissioni delle mucche. Ma a che prezzo?

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram