noaa tartaruga

Atolli del Pacifico, barriere coralline e acque cristalline. Paradisi naturali infestati dalla spazzatura. Oltre 57 tonnellate le reti da pesce recuperate da un team di subacquei del Nooa. A bordo dell'Oscar Elton Sette, il team americano ha trascorso 33 giorni in mezzo al mare dal Papahānaumokuākea Marine National Monument delle Hawaii, e nelle acque antistanti le isolette del Pacifico per rimuovere i rifiuti marini.

Sulle coste del Midway Atoll National Wildlife Refuge, il team ha esaminato e rimosso quasi 6,5 tonnellate di rifiuti di plastica che finiscono comunemente nella pancia degli uccelli tra cui: 7.436 frammenti di plastica dura, 3.758 di tappi, 1.469 bottiglie di plastica e 477 accendini.

I sommozzatori hanno lavorato su piccole barche, osservando sistematicamente le barriere coralline a Maro Reef, Pearl ed Hermes e nell'atollo Midway. Hanno usato le mappe GIS basate su 15 anni di dati sui punti caldi in cui si accumulavano i rifiuti.

A Pearl e Hermes, i subacquei hanno salvato tre tartarughe marine aggrovigliate in alcune reti. Hanno anche trascorso diversi giorni nella rimozione di una super rete larga oltre 8 metri, che si estendeva a 5 metri di profondità e pesava oltre 11 tonnellate. Il groviglio aveva già distrutto il corallo dell'atollo mettendo a rischio la fauna selvatica dell'area. Per portarla via, il team è stato costretto a tagliarla in tre parti. Le reti sono un pericolo per numerose creature, dalla foca monaca alle tartarughe e agli uccelli marini che dipendono dalla barriera corallina poco profonda per la sopravvivenza. Inoltre rompono e danneggiano i coralli mentre vanno alla deriva spinte dalle correnti. Ma anche una volta arenate, da ferme possono soffocare i coralli e prevenirne la crescita.

noaa rifiuti

La quantità di rifiuti marini che troviamo in questo luogo incontaminato e remoto è scioccante”, ha dichiarato Mark Manuel, direttore delle operazioni della NOAA Coral Reef Ecosystem Division e responsabile scientifico della missione. “Ogni giorno, abbiamo tirato su reti che pesavano centinaia di tonnellate dai coralli. Abbiamo riempito i cassonetti della Elton Sette e poi abbiamo riempito i ponti.

Una missione portata avanti ogni anno dal Noaa, dal 1996, e che ha portato alla rimozione di un totale di 904 tonnellate di rifiuti marini.

Curiosità. I rifiuti recuperati da queste missioni vengono utilizzati per produrre energia elettrica alle Hawaii.

Francesca Mancuso

Foto: NOAA

LEGGI anche:

Plastica: come dimezzare le isole di rifiuti nell'oceano grazie all'invenzione di un 19enne

L'isola di plastica nel Pacifico è il doppio degli Stati Uniti

Inquinamento oceani: 4 soluzioni alle isole di plastica

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram