mozziconi

Ben 4500 miliardi di mozziconi di sigarette vengono abbandonati nell'ambiente ogni anno. I veleni che essi contengono finiscono così per sporcare il luogo in cui vengono lasciati, spargendo sostanze tutt'altro che salutari per la Terra e i suoi abitanti. Una cifra esorbitante. È l'allarme lanciato da uno studio condotto dalla San Diego State University.

In tutto sono 6000 miliardi le sigarette che ogni anno vengono accese e fumate, e oltre due terzi finiscono sui marciapiedi, nei parchi, sulle spiagge. Proprio le spiagge sono i luoghi in cui tali rifiuti vengono letteralmente seminati dall'inciviltà umana, divenendo quelli più raccolti insieme a pacchetti accartocciati e accendini.

Non c'è da star tranquilli. I prodotti del tabacco contengono infatti le stesse tossine, nicotina, pesticidi e sostanze cancerogene presenti nelle sigarette e nei sigari e possono contaminare l'ambiente e le fonti d'acqua. Gli studi, condotti da Thomas Novotny ed Elli Strage, hanno dimostrato che le sostanze chimiche all'interno delle sigarette come l'arsenico, il piombo e il fenolo potrebbero finire nelle acque, avvelenando i microrganismi acquatici e i pesci.

E i ricercatori americani hanno suggerito le misure per combattere il problema: tra esse il divieto di usare filtri per le sigarette, o ancora un sistema di depositi cauzionali per mozziconi usati, per incentivare i fumatori a riconsegnare i filtri. Un'altra soluzione semplice, ma potenzialmente efficace, sarebbe quella di mettere le avvertenze sui pacchetti riguardo all'impatto e alla tossicità dei mozziconi.

I prodotti di scarto del tabacco sono onnipresenti, pericolosi per l'ambiente e comportano un significativo fastidio alla comunità”, ha detto Novotny. “Con due terzi di tutte le sigarette fumate pari a migliaia di miliardi a livello globale gettate nell'ambiente ogni anno, è fondamentale considerare la potenziale tossicità e la bonifica di questi prodotti di scarto.”

Un'altra soluzione punta a rendere l'industria del tabacco legalmente responsabile dei costi di bonifica e dell'inquinamento provocato dai suoi prodotti. Tra le opzioni quella di far pagare all'industria una tassa di riciclaggio anticipata.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Sigarette: a Vancouver il primo programma al mondo per riciclare i mozziconi

Una raccolta differenziata per i mozziconi di sigarette

Arte e moda dal riciclo dei mozziconi di sigaretta

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram