riscaldamento globale banca mondiale

Se l'ondata di gelo che ha investito gli Stati Uniti e non solo ha spinto molti a mettere in dubbio i cambiamenti climatici e l'aumento delle temperature, arriva un video della Nasa che conferma il crescente l'effetto del global warming negli ultimi 60 anni.

Con l'eccezione del 1998, i 10 anni più caldi, dagli ultimi 134 a questa parte, si sono tutti verificati a partire dal 2000, con il 2010 e il 2005 con le temperature più elevate mai registrate. Contro chi nega il fatto che il clima stia cambiando, la Nasa fornisce prove certe. La Terra sta subendo un aumento delle temperature esponenziale, legato all'inquinamento.

Dopo aver mostrato com'è cambiata la Terra negli ultimi 30 anni, l'Agenzia spaziale americana, più precisamente il Goddard Space Institute di New York che analizza la temperatura della superficie terrestre in modo continuativo, ha pubblicato una relazione aggiornata sulle temperature di tutto il mondo nel 2013. Il confronto con gli anni precedenti, a partire dal 1950, mostra come la Terra stia continuando a registrare temperature sempre più elevate rispetto a quelle misurate diversi decenni fa.

La temperatura media nel 2013 è stata di 14,6° Celsius. 0,6 in più rispetto alla metà del 20° secolo. Rispetto al 1880, la temperatura media globale è aumentata addirittura di circa 0,8°. La scelta di tale anno è legata al fatto che allora venne effettuato il primo record di dati dal GISS, ossia la prima registrazione delle temperature.

Le tendenze a lungo termine delle temperature di superficie sono insolite e il 2013 aggiunge delle prove al cambiamento climatico”, ha detto Gavin Schmidt, climatologo del GISS. “Mentre un anno o una stagione possono essere influenzati da eventi meteorologici casuali. questa analisi mostra la necessità di continuare il monitoraggio a lungo termine.”

Nasa1

Gli scienziati sottolineano che i modelli climatici causeranno fluttuazioni delle temperature medie di anno in anno, ma i continui aumenti dei livelli di gas serra nell'atmosfera terrestre stanno guidando una crescita a lungo termine delle temperature globali. Ogni anno consecutivo non sarà necessariamente più caldo rispetto all'anno precedente ma con l'attuale livello di emissioni di gas serra, gli scienziati si aspettano che ogni successivo decennio potrà sicuramente superare la media del precedente.

Nasa2

Un ruolo di primo piano in quest'ambito è attribuibile all'anidride carbonica, un gas serra che intrappola il calore e svolge un ruolo importante nel controllo dei cambiamenti climatici della Terra. Essa è presente naturalmente ma il problema è dato dall'eccesso prodotto dai combustibili fossili utilizzati per l'energia. Il livello di anidride carbonica nell'atmosfera terrestre attualmente è maggiore che in qualsiasi momento negli ultimi 800.000 anni.

Nel 1880, era pari a 285 parti per milione. Nel 1960, la concentrazione di anidride carbonica atmosferica, misurata al National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa) a Mauna Loa nelle Hawaii, era di circa 315 parti per milione. Lo scorso anno, tale cifra ha superato 400 parti per milione.

Negli Stati Uniti continental, il 2013 è stato il 42° anno più caldo mai registrato. Per altri paesi come l'Australia, il 2013 è stato addirittura il più caldo in assoluto.

Francesca Mancuso

LEGGI ANCHE:

- Foresta amazzonica: dalla NASA le prove degli effetti persistenti della siccita'

- Riscaldamento globale: NASA, il 2012 uno degli anni più caldi

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram