fukushima rimozione combustibile nucleare

Tepco ha iniziato a rimuovere le barre di combustibile nucleare presenti nelle piscine della centrale di Fukushima. Ma sono migliaia e, per terminare l'operazione, ci vorranno cinque lunghissimi anni.

I dettagli dell'operazione sono stati brillantemente esposti dal Washington Post con una serie di domande e risposte sulla procedura che Tepco ha iniziato oggi. Si tratta di una operazione titanica: dentro l'impianto di Fulushima ci sono 3.106 contenitori di barre di combustibile radioattivo, ognuno dei quali contiene da 60 a 80 barre.

Il materiale radioattivo è distribuito in quattro reattori, ma i primi tre si sono fusi in seguito all'incidente del marzo 2011 quindi si inizierà dal reattore numero 4. Contiene 1.533 contenitori, moltiplicate per 70 (cioè la media tra 60 e 80) per capire quanto combustibile nucleare sta per uscire fuori da quell'edificio.

Quelle barre di combustibile si trovano attualmente in una piscina, sommerse da acqua di raffreddamento a 30 metri di profondità sotto il livello del pavimento, perché fortunatamente al momento dello tsunami il reattore 4 era spento per manutenzione.

Un braccio robotizzato prenderà le barre dall'acqua una ad una, le metterà in 22 contenitori che verranno poi trasportati fuori dalla centrale nucleare grazie a un altro braccio, che alzerà contenitori e contenuto fuori dalla piscina. Il tutto sarà gestito da 36 lavoratori in sei turni di lavoro. Tepco spera di riuscire a svuotare il reattore 4 entro la fine del 2014.

Nel frattempo dovrà continuare a fronteggiare l'emergenza dell'acqua radioattiva, che non riesce a fermare e che si sta lentamente diffondendo nell'Oceano Pacifico. E poiché i giapponesi amano sentirsi sempre al sicuro e avere tutto sotto controllo, sul mercato è arrivato l'ultimo colpo di genio dell'estro nipponico.

Il problema è l'acqua radioattiva nel Pacifico? Si risolve comprando una splendida tuta da sub anti radiazioni.

000100 sub31

La produce Yamamoto Chemical, pesa 3 chilogrammi (3,4 kg nella versione con protezione per i genitali), e protegge dai raggi gamma e beta. Studiata per la salute dei sub che stanno lavorando nel sito del disastro nucleare di Fukushima, la tuta è comunque in vendita sul mercato.

Il prezzo delle due versioni (intera senza copri genitali e "smanicato&conchiglia") è, rispettivamente, di 88.850 e 105.000 yen: 825 e 1.070 dollari. Accattatevilla.

Peppe Croce

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram