smog-class-action

Il PM 2,5 (ormai soprannominato il "particolato killer") é causa certa di infiammazioni sistemiche, aggrava asma e bronchiti, causa in maniera accertata cancro ai polmoni ed influenza lo sviluppo polmonare neonatale, aumentando l'incidenza di asma sino al 70% dei casi esaminati.

L' SO4 ed il black carbon, derivante dalla combustione incompleta dei carburanti, causano anch'essi infiammazioni polmonari ed asma.

Per Joel Schwartz, epidemiologo dell'università di Harvard, il rischio di mortalità da particolato é decisamente più alto di quanto si fosse sempre creduto tanto che negli Stati Uniti si sta pensando di abbassare la soglia di accettabilità del PM2,5 da 15 a 12 microgrammi/m3 (in Europa la soglia é impostata a 25 microgrammi/m3)

L'OMS ha inserito di recente gli inquinanti dell'atmosfera nel gruppo dei sicuri cancerogeni e qui da noi il direttore scientifico dell'Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, il professor Mannucci, ha così commentato la gravità di esposizione a soglie così alte di PM2,5 alle quali la maggior parte di noi é esposto quotidianamente:

''Oggi abbiamo una solida documentazione sui danni dell'inquinamento dell'aria a carico di malattie come il tumore polmonare tanto che potrebbe essere la spiegazione ai tanti tumori del polmone che colpiscono i non fumatori''

È poi notizia recente che circa 1.400 cittadini realizzando la gravità della situazione (solo nel nostro paese 8.500 persone muoiono ogni anno a causa dello smog e dell'inquinamento dell'aria) si sono uniti ed appoggiati dal Codacons (storica associazione di consumatori) hanno annunciato una class action per ottenere un risarcimento dei "danni da smog" dalle amministrazioni comunali.

Il presidente dell'associazione dei consumatori Carlo Rienzi spiega così l'annuncio:

"Con questa azione i residenti dei 50 comuni più inquinati d'Italia, ossia quelli dove il livello delle polveri sottili dell'aria supera sistematicamente i valori limite imposti dalla Ue, chiedono alle rispettive amministrazioni comunali un indennizzo di 2.000 euro ciascuno per essere stati costretti a vivere in un ambiente inquinato e respirare aria malsana".

Certo é che lo smog non é cancellabile, ma certamente riducibile: ognuno di noi giorno dopo giorno può fare scelte responsabili ed agire con azioni concrete.

Scegliere i mezzi pubblici utilizzando l'automobile il meno possibile, preferire il treno all'aereo, usare di più mezzi a trazione umana come le gambe (innanzitutto!) o la bicicletta: queste semplici pratiche sostenibili.

Se ognuno di noi si rendesse consapevole potrebbe diffondere questa stessa consapevolezza a chi lo circonda e benché le amministrazioni debbano mettere in atto azioni riparative, la prevenzione rimarrà sempre la miglior arma da utilizzare in fatto di salute e ambiente.

Kia - Carmela Giambrone

LEGGI anche:

Smog: l'inquinamento provoca i tumori, la storica conferma

Lo smog uccide 2 milioni di persone l'anno. L'allarme dell'OMS

Le conseguenze dello smog sulla salute

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram