jolly nero

Genova, alle 23.30 di ieri la nave cargo della Linea Messina Jolly Nero si è schiantata contro la torre dei piloti del Molo Giano, provocandone il crollo immediato. La tragedia si è consumata proprio quando l'edificio, alto 50 metri, ospitava più persone, durante il cambio turno.

Finora sono 7 le vittime accertate e 4 i feriti ma la Capitaneria di Porto e i sommozzatori della guardia costiera sono ancora alla ricerca degli altri 3 dispersi. La scatola nera dell'imbarcazione è stata sequestrata e si indaga adesso per omicidio colposo. Due le inchieste avviate, una dalla procura di Genova e un'altra dalla Guardia costiera. Un'avaria ai motori l'ipotesi finora al vaglio della procura.

Cosa è accaduto? All'uscita dal porto, la Jolly Nero, diretta a Napoli durante il passaggio davanti alla torre non sarebbe riuscita ad invertire i motori colpendo di poppa con le sue 40mila tonnellate l'enorme cilindro di cemento armato, letteralmente polverizzatosi a seguito dell'impatto, portando con sé le 14 persone che si trovavano all'interno. Tre delle vittime sono state trovate nel vano ascensore.

Cordoglio da parte del Presidente della Repubblica, che ha espresso la propria solidarietà alle famiglie delle vittime, in attesa di notizie sui dispersi. Il sindaco di Genova, Marco Doria, appresa la notizia del grave incidente ha proclamato il lutto cittadino: "Il gravissimo incidente avvenuto nel porto di Genova colpisce l'intera città. Mentre sono ancora in corso le operazioni di ricerca dei dispersi, esprimo il cordoglio dei genovesi e mio personale ai familiari di coloro che hanno perso la vita nello svolgimento del proprio lavoro". Sul posto anche il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi.

Annullata, in segno di cordoglio per le vittime della tragedia, anche la conferenza stampa di anteprima di "Slow Fish 2013-Il Mare di tutti", in programma nel pomeriggio di oggi.

"Da ligure, da ministro dell’Ambiente, sono ancora più addolorato dalla tragedia nel porto di Genova. Tra le vittime ci sono anche marinai della Guardia Costiera-Capitanerie di porto che abbiamo avuto tante volte a fianco nella lotta all’inquinamento del mare e nella salvaguardia delle coste italiane”, ha commentato il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, esprimendo il proprio cordoglio alle famiglie delle vittime.

Francesca Mancuso

Image Credits: Il Secolo XIX

LEGGI anche:

- Costa Concordia: verrà smaltita a Piombino?

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram