L’Europa sottovaluta troppo i pesticidi: le autorizzazioni vanno riviste, l’appello di Generations Futures

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La valutazione della tossicità dei pesticidi usati in agricoltura in Europa non viene effettuata prendendo in considerazione tutti i dati scientifici disponibili, sebbene la normativa europea lo richieda.

Secondo un regolamento europeo, infatti, i fascicoli per il rinnovo delle autorizzazioni dei pesticidi devono includere tutta la letteratura disponibile sulla tossicità delle sostanze autorizzate o per le quali si chiede il rinnovo dell’autorizzazione (RAR). Il fascicolo deve contenere, in particolare, i risultati di tutti gli studi pubblicati nei dieci anni precedenti.

In realtà, le domande di autorizzazione includono mediamente solo il 16% degli studi e nei fascicoli delle RAR sono presenti solo il 9% degli studi.

La pericolosità dei pesticidi è dunque sottovalutata e le autorizzazioni concesse nell’ultimo decennio andrebbero rivalutate.
A queste conclusioni è giunto il recente rapporto dell’associazione francese per la protezione ambientale Generations Futures.

Nadine Lauverja e François Veillerett, autori del rapporto, hanno esaminato gli studi di tossicità relativi a 5 sostanze usate nei pesticidi sottoposte recentemente a nuova autorizzazione.

Le sostanze prese in esame sono il chlorpyrifos, il chlorpyrifos metile, thiacloprid, metsulfuron e il metalaxil-m, usate in erbicidi, insetticidi e funghicidi.

Pesticidi Ue

Per tutti questi composti chimici non è stato rispettato l’obbligo di includere tutti gli studi pubblicati: per alcuni di essi, la conformità alla normativa europea è nulla, pari allo 0%. I rischi legati a tali sostanze risultano quindi sottostimati.

Generations Futures ritiene che tale situazione sia inaccettabile e chiede all’EFSA di rifiutare le domande di autorizzazion e i RAR privi dei requisiti richiesti dalla normativa europea e che i fascicoli dei principi attivi autorizzati nell’ultimo decennio vengano riesaminati al più presto includendo tutta la letteratura scientifica disponibile.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook