Nasce a Brunico la più grande fattoria fotovoltaica d’Italia con i pannelli sulle stalle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nella vecchia fattoria, quanti pannelli fotovoltaici ha zio Tobia? Potrebbe essere il testo, riscritto in “chiave sostenibile”, di una delle più famose filastrocche per bambini. Eppure esiste davvero una grande fattoria con tante “bestie”, ma anche con tanti pannelli solari disseminati sui tetti dei capannoni, dei fienili e degli allevamenti, per una superficie complessiva ricoperta di pannelli pari a 56 mila metri quadri.

Per la precisione si tratta della fattoria fotovoltaica più grande d’Italia e in particolare dei tetti degli allevamenti di polli e galline della società Finipar Spa, società del Gruppo Sorelle Ramonda, che ha affidato alla Elpo il compito di realizzare l’impianto fotovoltaico, a partire dallo studio di fattibilità.

L’intervento di installazione, inoltre, ha comportato anche una risistemazione delle falde e dei tetti che ha migliorato l’isolamento termico delle strutture e, diminuendo la dispersione di calore, anche la loro efficienza energetica. Oltre che rimosse tutte le parti contenenti amianto.

La “folgorazione” di Finipar per il fotovoltaico e la collaborazione con Elpo , tuttavia, nascono da un altro progetto, per il quale, ricorderete, la Finipar aveva semplicemente concesso ad Elpo l’uso dei tetti dei propri allevamenti di bestiame. Poi la decisione, da parte di Finipar spa, di investire direttamente in energie rinnovabili, creando la “Farm fotovoltaica”, realizzata mediante la creazione di 5 impianti fotovoltaici sui tetti di altrettanti allevamenti : Rossi, Nuovi e Roncalli nel comune di Rosà (VI), Berti nel comune di Tezze sul Brenta (VI) e S. Quirino nel comune omonimo, in provincia di Pordenone.

Farm_Fotovoltaica2_300DPI

Si tratta della più grande centrale fotovoltaica italiana installata su stalle adibite all’allevamento di polli e galline, con una potenza installata totale pari a 7.504 kW, per una produzione annua pari a 8.550.000 kWh, capaci di soddisfare il bisogno energetico di 2.850 unità abitative, per una riduzione delle emissioni di CO2quantificabile in 4.500 t. L’energia prodotta verrà venduta a Enel ed immessa, successivamente, nella rete elettrica nazionale.

Come dimostrato dagli allevamenti di Finipar spa, dunque, Il fotovoltaico offre anche una’occasione di rivalutazione del proprio patrimonio e, grazie agli incentivi satali, per fare qualcosa di concreto per l’ambiente migliorando al contempo anche le condizioni dei propri immobili e la produttività delle proprie imprese, anche di quelle agricole.

Robert_Pohlin_300DPI

A tal proposito Robert Pohlin, Presidente di Elpo, ha dichiarato: “oggi le aziende posono sfruttare le superfici dei tetti realizzando installazioni fotovoltaiche dalla redditività garantita. Ciò può rappresentare una fonte di reddito in due modalità: scegliendo di investire direttamente, oppure in “roof lease”, cioè affittando i tetti ad altri investitori. Anche se nel 2011 l’incentivo del Conto Energia sarà parzialmente ridotto, in Italia resterà il migliore e il più alto d’Europa, dandoci la certezza che nei prossimi tre anni avremo davanti a noi ancora molti impianti da realizzare.

Andrea Marchetti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook