Monsanto avrebbe contaminato anche la falda acquifera di Los Angeles. La contea fa causa

Los Angeles fa causa alla Monsanto per aver contaminato la falda acquifera con sostanze tossiche

Monsanto ancora nella bufera. La contea di Los Angeles ha citato in giudizio il colosso del glifosato per i danni che sono stati causati alle falde acquifere, dalla commercializzazione di prodotti a base di policlorobifenili (PCB) tra il 1935 e il 1977.

Facciamo un passo indietro per spiegare cosa è successo. Per decenni, la Monsanto che come sappiamo è stata acquisita di recente dalla Bayer e che ha centinaia di cause in tribunale con l’accusa di aver provocato linfomi con i suoi prodotti, ha commercializzato flaconi contenenti Pcb, sostanze dichiarate tossiche.

Nello specifico, tra il 1935 e il 1977 sono stati commercializzati prodotti utilizzati come refrigeranti e lubrificanti per apparecchiature elettriche contenti elevante quantità di Pcb.

monsanto pcb

Nel 1979 i Pbc sono stati dichiarati probabilmente cancerogeni e vengono vietati negli Stati Uniti, eppure secondo i Poison papers, ovvero i 20mila documenti di industrie chimiche e agenzie federali che parlano appunto della tossicità dei prodotti, la Monsanto ancor prima del divieto sapeva da almeno dieci anni che questa sostanza fosse tossica.

Tossica non solo per l’ambiente ma anche per la salute umana. E’ proprio per questo motivo che la contea di Los Angeles ha fatto causa alla Monsanto perché ricordiamo che i policlorobifenili sono inquinanti, chimici e scarsamente biodegradabili.

A livello internazionale l’EPA li ha catalogati come probabilmente cancerogeni e l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha stabilito una correlazione tra la prolungata esposizione ai policlorobifenili e l’insorgere del cancro al fegato.

Ricapitolando, quindi, secondo la contea di Los Angeles, Monsanto sapeva della tossicità delle sostanze che avrebbero compromesso la falda acquifera e per questo viene citata in giudizio per dover contribuire alle spese di bonifica.

La contea sta sostenendo spese per milioni di dollari per la messa in sicurezza delle acque contaminate che vanno a incidere non solo sulla biodiversità ma anche sulla salute umana.

Nonostante le acque avvelenate, la Monsanto rigetta le accuse, staremo a vedere nei prossimi mesi chi avrà la meglio in tribunale.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Sorgente Natura

I prodotti che non dovrebbero mai mancare in una lista nascita green

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Seguici su Instagram
seguici su Facebook