©Shutterstock/nelic

Clorpirifos: il tribunale Usa intima di vietare i pesticidi che danneggiano lo sviluppo nei bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alcuni pesticidi hanno dimostrato di essere particolarmente pericolosi per i bambini, tra questi il clorpirifos. Ora negli Stati Uniti un tribunale ha ordinato all’Epa di prendere una decisione definitiva su questa sostanza (leggi qui la sentenza).

Il clorpirifos è uno dei pesticidi più controversi al mondo, di cui si discute ormai da diversi anni e oggetto più volte di cause legali. Studi scientifici hanno dimostrato che il clorpirifos danneggia il cervello di feti e bambini e per questo è stato già bandito da Unione Europea e California. L’utilizzo è però ancora concesso in altre zone degli Stati Uniti.

La Corte d’appello del Nono Circuito degli Stati Uniti con sede a San Francisco ha ora preso una posizione drastica, ordinando all’Agenzia per la protezione ambientale (Epa) di determinare rapidamente se questo pesticida è o meno collegato a danni cerebrali nei bambini e, nel caso la risposta sia affermativa, di vietarlo definitivamente.  

Il tutto deve essere fatto nei prossimi 60 giorni, questo il tempo massimo entro cui si chiede la posizione definitiva dell’Epa che si dovrà esprimere in modo chiaro:  se il pesticida è sicuro, anche per neonati e bambini, potrà continuare ad essere utilizzato, in caso contrario dovrà vietarlo.

“L’Epa ha avuto quasi 14 anni per pubblicare una risposta legalmente sufficiente alla petizione del 2007 (per vietare il clorpirifos). Durante questo periodo, l’enorme ritardo dell’EPA ha esposto una generazione di bambini americani a livelli pericolosi di clorpirifos. Rimandando all’EPA un’ultima volta, piuttosto che costringere la revoca immediata di tutte le tolleranze al clorpirifos, la corte stessa è più che tollerante. Ma il tempo dell’EPA è scaduto”, ha dichiarato la Corte di San Francisco.

La decisione arriva dopo una battaglia durata anni contro questo pesticida, ampiamente utilizzato su arance, soia, mandorle e altre colture negli Stati Uniti.

Già durante l’amministrazione Obama, l’EPA aveva avviato un divieto, ma l’agenzia ha annullato poi tale decisione poco dopo che il presidente Donald Trump è entrato in carica nel 2017. L’EPA ha respinto anche un’azione legale nel 2019, affermando che i gruppi ambientalisti non erano riusciti a dimostrare che il divieto fosse giustificato.

Ora la nuova decisione della corte di San Francisco è stata ben accolta dalle varie associazioni che si battono da tempo per la messa al bando di questo pesticida:  

“L’EPA deve ora seguire la legge, vietare il clorpirifos e proteggere bambini e lavoratori agricoli da un pesticida che sappiamo essere collegato a numerosi danni allo sviluppo. Sarebbe inconcepibile per l’EPA esporre i bambini a questo pesticida ancora per un po’ ” ha dichiarato Patti Goldman, avvocato responsabile di Earthjustice.

La decisione finale e la relativa azione dell’EPA sono previste per la fine di giugno.  

Fonte: Epa, Human Rights Watch,Earthjustice

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook