La produzione di banane mette a rischio la vita dei coccodrilli in Costa Rica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le banane sono uno dei frutti più consumati nel mondo. La loro produzione sta però purtroppo mettendo a rischio la vita dei coccodrilli in Costa Rica. Il fenomeno è dovuto all’abuso di pesticidi. La monocoltura delle banane espone le piante alle malattie. A livello di agricoltura industriale, il problema viene affrontato con i fitofarmaci.

Uno studio recente mostra che preoccupanti residui di pesticidi vengono riscontrati nei coccodrilli in Costa Rica, da cui proviene la maggior parte delle banane che portiamo sulle nostre tavole. Le grandi piantagioni di banane appaiono molto esposte alle infestazioni da parassiti, che sarebbero ancora più numerosi proprio nelle regioni tropicali.

Gli interventi fitosanitari si svolgono dall’alto, grazie agli aeroplani. Le sostanze vengono diffuse nell’aria e raggiungono le coltivazioni per proteggerle da malattie che potrebbero distruggerle in breve tempo. Le piantagioni di banane in Costa Rica si trovano in un’area ricca di corsi d’acqua e canali. I residui di pesticidi li raggiungono e compromettono la vita dei coccodrilli e della fauna selvatica.

Non soltanto i coccodrilli, ma anche i pesci sono a rischio. Paul Grant, biologo della Stellenbosch University, ha approfondito la questione e ha scoperto dagli abitanti i frequenti episodi di moria che hanno interessato proprio i pesci in Costa Rica. Ha quindi scoperto che i pesticidi potevano risultare dannosi per gli animali che si nutrono di pesci, come i coccodrilli. La specie di coccodrillo più colpita (Caiman crocodilus) è già considerata in via di estinzione dalla International Union for Conservation of Nature.

Pesticidi di 7 differenti tipologie sono stati individuati nei 14 coccodrilli sottoposti ad analisi del sangue. Tra di essi non mancava il mortale DDT. Sostanze tossiche impiegate in agricoltura sono state rilevate anche in animali marini come balene e foche in diverse parti del mondo. I coccodrilli che vivono nelle vicinanze delle piantagioni di banane presentano uno stato di salute preoccupante, a parere degli esperti. Le contaminazioni da pesticidi sarebbero una delle ragioni. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Environmental Toxicology and Chemistry.

La soluzione? Acquistare banane bio e garantite dal commercio equo.

Marta Albè

LEGGI anche:

Banane: 15 inaspettati usi alternativi

Lucidare le scarpe con una buccia di banana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook