Il Molise esiste e diventa la casa di 5 milioni di api (in 142 nuovi alveari)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Molise esiste e diventa la nuova casa di 5 milioni di api. Tra i meleti in via di fioritura, ieri sono stati posizionati 142 alveari, la casa degli insetti impollinatori che per circa 20 giorni danzeranno tra i boccioli delle piante dell’azienda agricola biologica Melise, per impollinare migliaia di fiori di melo dalle più variegate tipologie.

Una pratica agricola, quella del “servizio di impollinazione”, complementare all’agricoltura biologica, in sintonia con la tutela del territorio e della sua biodiversità, attraverso metodi di coltivazione che aboliscono l’uso di pesticidi e rispettano la natura e le api, le quali sono garanzia della salubrità dell’ambiente e indicatori di sicurezza alimentare. Grazie all’impollinazione delle api, si produce un terzo del cibo che viene consumato in tutto il mondo.

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Apiario di Comunità di Castel del Giudice (IS), che vede il coinvolgimento attivo di 30 neo-apicoltori pronti per gestire i loro nuovi apiari e produrre miele millefiori tra le colline molisane e abruzzesi.  Nei prossimi giorni altri alveari sverranno situati nelle campagne del territorio, che si estende che dai paesi della provincia di Chieti e dell’Aquila fino alla Provincia di Isernia e parte di quella di Campobasso.

Le api, quindi, diventano sentinelle e garanzia di un’area ricca di biodiversità, lontana da forme di inquinamento.

“La piena fioritura del meleto è prevista la prossima settimana – spiega Simone Gentile, direttore dell’azienda agricola biologica Melise, nata dal recupero di terreni in disuso -. Con le api nei meleti diamo anche una risposta concreta al dibattito in corso a livello nazionale sulla relazione tra apicoltura e agricoltura, una relazione che deve essere di complicità e collaborazione, come dimostrano i vantaggi che gli insetti impollinatori hanno su tutto il settore della produzione agroalimentare”.

La prova che è questa la vera sfida per la rinascita dei piccoli borghi, ma anche per l’intero Pianeta.

Fonte: Apiario di Comunità Castel del Giudice

Leggi anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook