Glifosato: forza! In Italia mancano ancora 25mila firme per bandirlo (#STOPGLIFOSATO)

stop Glifosato

Oltre 700mila europei hanno già firmato per chiedere alla Commissione Europea di vietare l'uso del glifosato in Europa. In vista della Giornata contro il glifosato, prevista per il 13 maggio prossimo si rinnova l'invito dei Cittadini europei a sottoscrivere l'iniziativa popolare contro questo dannoso pesticida.

Finora, sei paesi hanno raggiunto il quorum: Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania e Lussemburgo. Spagna, Regno Unito e Irlanda sono vicini all’obiettivo ma in Italia mancano ancora 25 mila per raggiungere la quota di 54.570.

Ice contro il glifosato

L'Iniziativa dei cittadini europei (ICE) punta ad ottenere il divieto del glifosato ma anche altre misure per proteggere le persone e l’ambiente dall’esposizione a pesticidi tossici. In particolare, ha rivolto un appello alla Commissione Europea per proporre agli stati membri dell’UE:

  1. Di vietare gli erbicidi a base di glifosato, la cui esposizione è stata connessa con il cancro negli esseri umani e ha portato al degrado degli ecosistemi

  2. Di assicurare che la valutazione scientifica dei pesticidi per l’approvazione normativa dell’UE si basi solo su studi pubblicati, commissionati da autorità pubbliche competenti e non dall'industria dei pesticidi

  3. Di stabilire degli obiettivi obbligatori per la riduzione dell’impiego di pesticidi in UE, in vista di un futuro libero dai pesticidi.

Per questo è stata lanciata una raccolta firme, che dovrà essere sostenuta da un milione di residenti in almeno 7 dei 28 paesi europei.

poster stop glifosato1 web

Un milione di firme contro il glifosato

Sarà necessario raccogliere 1 milione di firme in tutta Europa. Nel momento in cui scriviamo sono 731.343 i cittadini che hanno firmato per dire no al glifosato in Europa, ma mancano ancora circa 270mila firme.

Anche per questo, sabato 13 maggio, avrà luogo una giornata europea contro il glifosato, durante la qualenelle città italiane ed europee saranno presenti i banchetti delle associazioni che sostengono l’iniziativa nei quali si potrà firmare per la messa al bando del pesticida

Perché dire no al glifosato

In primo luogo perché è tossico e cancerogeno, secondo lo Iarc che lo scorso anno lo ha classificato come sostanza probabilmente cancerogena per l’uomo.

La sua capillare diffusione ha ormai infestato interi ecosistemi, causando disequilibri ormai difficili da ripristinare. Il pesticida dccide tutto il regno vegetale, permane nei prodotti agricoli, e viene assorbito da chi li ingerisce.

stop glifosato

LEGGI ANCHE:

Ferma il glifosato. Per firmare la petizione di Ice e dire no al glifosato in Europa, clicca qui

Francesca Mancuso