api pesticidi

I pesticidi neonicotinoidi sono dannosi per le api e ostacolano la loro capacità di impollinazione secondo i risultati preliminari di un nuovo studio.

Alcuni fiori hanno bisogno di essere scossi per liberare il polline. Bombi, api e insetti impollinatori se ne occupano al meglio ma i neonicotinoidi li indeboliscono e ostacolano l’impollinazione. Di conseguenza gli insetti riescono a raccogliere meno polline.

Il nuovo studio è in linea con le ricerche precedenti che hanno dimostrato che i pesticidi neonicotinoidi riducono l’apprendimento e la memoria delle api. In Europa la moratoria su tre pesticidi neonicotinoidi è rimasta in vigore dal 2013 al 2015 e potrebbe essere riproposta nel 2017.

Le api e i bombi producono una vibrazione e un ronzio che permette di scuotere le corolle dei fiori e di raccogliere più facilmente il polline come ha spiegato Penelope Whitehorn, esperta dell'Università di Stirling, in Scozia, che ha condotto lo studio in questione.

Leggi anche: API, LA MORIA È ANCHE COLPA DEI PESTICIDI NEONICOTINOIDI. ANCHE L'EPA LO AMMETTE

Le api contraendo i muscoli che utilizzano per volare producono una vibrazione che facilita l’impollinazione, senza muovere le ali. L’azione dei pesticidi neonicotinoidi le ostacola nella loor impresa.

Leggi anche: API: L’ESPOSIZIONE AI PESTICIDI NEONICOTINOIDI OSTACOLA E DANNEGGIA L’IMPOLLINAZIONE

I risultati preliminari dello studio verranno presentati in occasione della riunione annuale della British Ecological Society in vista della pubblicazione che dovrebbe avvenire il prossimo anno.

Leggi anche: PESTICIDI NEONICOTINOIDI: FIRMA LA PETIZIONE PER SALVARE LE API

Il nuovo studio va ad aggiungersi a numerose ricerche che hanno già evidenziato le conseguenze negative dei pesticidi neonicotinoidi per le api. I neonicotinoidi infatti compromettono il loro sistema immunitario, la loro capacità di comunicazione, la capacità riproduttiva e di impollinazione.

Le api continuano ad essere in pericolo a causa dei pesticidi, della perdita degli habitat naturali e dei cambiamenti climatici. Garantiscono la produzione alimentare della maggior parte del nostro cibo ma proprio l’agricoltura industriale utilizzando pesticidi dannosi le sta mettendo in pericolo.

Nel timore della scomparsa degli insetti impollinatori si stanno già progettando delle api robot, ma noi crediamo che sia necessario innanzitutto intervenire per proteggere le vere api. Cosa ne pensate?

Marta Albè 

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram