parassiti clima

I cambiamenti climatici, oltre a modificare la fisionomia del pianeta, stanno favorendo la diffusione dei parassiti, che si stanno muovendo verso i poli a grande velocità, in maniera proporzionale all'aumento globale delle temperature. Ed è già alta la preoccupazione per la sicurezza alimentare.

Che il global warming fosse responsabile dei cambiamenti nelle distribuzioni di specie in tutto il mondo, era già noto. Ma un nuovo studio realizzato dalle università britanniche di Exeter e Oxford, ha scoperto che anche i parassiti si vanno via via spostando dall'equatore e verso i poli. Gli ecologisti hanno già documentato un tale cambiamento in molte specie selvatiche, tra cui uccelli e insetti.

A conti fatti, la nuova ricerca ha fatto emergere che gli habitat degli insetti e di alcuni organismi patogeni potenzialmente dannosi per le piante si stanno via via estendendo verso nord e verso sud alla velocità di 3 chilometri all'anno. Ciò potrebbe provocare un aumento della perdita dei raccolti causata da parassiti e dalle malattie da essi veicolate, attualmente tra il 10 e il 16%.

Secondo Dan Bebber dell'università di Exeter, che ha guidato il nuovo studio, l'espansione delle popolazioni di parassiti in nuovi territori aumenta il rischio che questi organismi possano sfuggire al nostro controllo. Tra le più grandi minacce vi sono funghi e oomiceti, gruppi simili ma distinti di microrganismi che causano gravi malattie alle piante. Diversi ceppi altamente virulenti di funghi sono emersi negli ultimi anni in tutto il mondo.

Bebber e i suoi colleghi hanno utilizzato i documenti del CABI (Center of Agricultural Bioscience International), che documentano i parassiti e le malattie in tutto il mondo dal 1822 ad oggi. Fino ad arrivare alla scoperta: i parassiti delle colture si muovono verso i poli ad una velocità media di 2,7 km all'anno, una cifra molto vicina al tasso del cambiamento climatico.

Tuttavia, la velocità di spostamento varia notevolmente tra i diversi gruppi e le singole specie. Funghi, coleotteri, insetti, acari, farfalle e falene si spostano verso latitudini più alte, mentre i virus e i vermi nematodi verso latitudini più basse.

Secondo gli esperti, se tale tendenza al riscaldamento globale non si arresterà, gli effetti dell'aumento della popolazione mondiale e la maggiore perdita dei raccolti, potrebbero seriamente mettere a rischio la sicurezza alimentare.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- 12 fertilizzanti e pesticidi biologici fai-da-te contro i parassiti del giardino

- Macerato di pomodoro contro afidi e parassiti dell'orto

- Cambiamenti climatici: cacao e caffe' rischiano di sparire

- Cambiamenti climatici: New York, Boston e Miami scompariranno entro il 2100

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram