Vi presento AmbienteinRete.it, la nuova community della green economy

ambienteinrete home

Sono stata assente per un po’, è vero, ma oggi vi spiego perché. E’ da tempo che speravo di poter unire le mie passioni e il mio lavoro, che fondamentalmente è incentrato sulla comunicazione e il web. Ebbene, qualche mese fa mi si è presentata l’occasione: si chiama AiR – Ambiente in Rete ed è una giovane start up finanziata dalla Regione Sardegna, nata per creare occasioni d’incontro tra le aziende della green economy, i consumatori e le pubbliche amministrazioni.

Il progetto è nato proprio dalla constatazione che esistono tantissime e diverse realtà, economiche e sociali, che si impegnano ogni giorno in un percorso di cambiamento orientato ad una maggiore sostenibilità ma, spesso, noi non le conosciamo e nemmeno si conoscono tra loro.

Occorre, insomma, creare una rete che porti alla condivisione, al confronto, alla conoscenza comune, che può davvero accompagnarci verso scelte diverse, critiche e consapevoli. Parlo da semplice cittadina, ma mi rendo conto che lo stesso discorso vale per le aziende e per le pubbliche amministrazioni: entrando in contatto tra di loro potranno sviluppare nuovi progetti, dar vita a nuovi prodotti, creare una filiera che sia sostenibile ed eco-compatibile dalla fonte.

Per questo nasce AmbienteinRete.it, un portale che funziona come un grande motore di ricerca, mettendo in contatto gli utenti che cercano sul web informazioni su energie rinnovabili, bioedilizia, cosmesi, turismo sostenibile o alimentazione e le aziende che possono fornirgli il servizio o il prodotto di cui necessitano. Siamo andati on line il 21 marzo il primo giorno di primavera, proprio per portare una ventata di AiR nuova e fresca.

Non vogliamo essere solo un portale di informazione, ma soprattutto una piattaforma in cui dialogare e in cui poter trovare bandi, corsi di formazione, normativa: tutto quello che, insomma, può servire per attuare concretamente un cambiamento. Spesso infatti è proprio il contatto con la realtà (e con le realtà locali) che manca:“Ok, son d’accordo che si debba cambiare strada, ma come posso fare? Dove posso trovare prodotti nuovi e diversi da quelli che compro tutti i giorni? A chi mi devo rivolgere per ristrutturare la mia casa? Come posso viaggiare in modo sostenibile?” Ambiente in Rete cercherà di dare le risposte a tutto questo, ma anche di fornire agli enti pubblici gli strumenti adatti ad iniziare un percorso di acquisti verdi o alle aziende le conoscenze per portare avanti i loro progetti green.

E non solo: AiR è anche una mostra itinerante, Sostenibil.Mente che porterà in giro una casetta ecologica per insegnare a grandi e piccini come cambiare la propria vita, giorno per giorno. Ma di questo vi parlerò in seguito!

Ecco, insomma, il motivo per cui è passato un po’ di tempo dal mio ultimo post. Se volete potete visitare il sito all’indirizzo www.ambienteinrete.it e se siete un’azienda, un ente, un’associazione, un blog o un sito web, potete iscrivervi gratuitamente compilando il form che trovate cliccando qui, avendo cura di descrivere nel dettaglio le vostre attività e il territorio su cui operate.

Spero vorrete contribuire tutti alla buona riuscita di questo progetto, io ci credo davvero molto!

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

corsi pagamento

seguici su facebook