Offerte gas, scegli la migliore in base alle tue esigenze

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Riuscire ad orientarsi nel panorama delle offerte per il gas può sembrare davvero difficile. Per questo è necessario capire come scegliere il fornitore migliore sulla base delle proprie esigenze, e come districarsi tra le tantissime offerte gas che oggi si possono trovare sul mercato.

Ecco, quindi, i consigli grazie ai quali sarà molto più facile arrivare ad una scelta e definire la tariffa per il gas migliore in base alle proprie esigenze.

Offerte gas, scegli la migliore passo per passo

Per capire come scegliere la migliore offerta tra quelle presenti sul mercato sarà possibile procedere passo per passo, iniziando dalla valutazione delle proprie esigenze.

  • Individuare il consumo annuo

Non sarà possibile individuare il fornitore di gas più conveniente senza conoscere il proprio consumo annuo di metano espresso in metri cubi. Per poterlo conoscere sarà sufficiente guardare la propria bolletta: qui, in genere, sarà presente anche la voce  “consumo annuo”.

Ad esempio il consumo annuo potrà essere di 1329Smc e grazie a questo primo dato ci si potrà regolare nella valutazione iniziale di un nuovo fornitore di gas.

  • Confrontare le tariffe

Dopo aver compreso il proprio consumo annuo sarà necessario passare al punto successivo, quello riferito alla tariffa. Gli elementi che bisognerà prendere in considerazione in questo caso saranno sia il prezzo al metro cubo, sia i servizi di vendita.

Il primo sarà il costituente che inciderà maggiormente nel calcolo dei servizi di vendita, mentre il secondo comprenderà la quota variabile del costo del metano.

  • Il prezzo bloccato, indicizzato e tutto compreso     

Un altro elemento che potrà deporre a favore di un fornitore del gas sarà il prezzo. Si possono trovare tre tipologie generali di prezzo tra le offerte.

La prima è il prezzo bloccato, per la quale il prezzo rimane invariato per un periodo, in genere, di uno o due anni. Alla scadenza del periodo si potrà ottenere una nuova offerta, e il cliente potrà accettare o recedere dal contratto. La seconda è costituita dal prezzo indicizzato, per la quale il prezzo del gas cambia con la variazione del costo della materia prima.

I prezzi verranno collegati alle tariffe dell’Autorità, oppure agli altri indici di Borsa. Questa tariffa può essere conveniente fino a quando vi sia un ribasso, ma può non esserlo più nel caso di eventuali rincari. Le offerte tutto compreso, infine, vedono il pagamento di una cifra fissa, a livello mensile o annuale, che consente di ottenere una quantità prestabilita di gas, che verrà indicata in metri cubi.

I gestori, in questo caso, metteranno a disposizione degli utenti le “taglie” di offerta tra le quali scegliere. Così, si avrà una certezza in merito al prezzo e una carta prevedibilità relativamente alle bollette. Nel caso in cui si superi la “Taglia” sarà necessario pagare degli extra.

  • La presenza di servizi “green”

Oggi ci si deve occupare sempre di più anche della tutela dell’ambiente, anche nel momento in cui si prenderà in considerazione un fornitore per il gas. Per questo sarà essenziale optare per qualcuno che abbia anche una considerazione particolare per il risparmio sotto il punto di vista dell’energia e della produzione di rifiuti.

Una buona idea sarebbe quella di rivolgersi a fornitori che utilizzino sistemi paperless, che, cioè, limitino il più possibile l’uso della carta, inviando la bolletta nella posta elettronica e anche gli estremi del contratto. Lo stesso accade per i pagamenti, che potranno avvenire senza dover impiegare tempo e spostamenti inutili, utilizzando sistemi elettronici sicuri e tracciabili, dal RID al pagamento con carta di credito.

  • La presenza sul territorio

Oltre al sistema virtuale sarà comunque importante avere un punto di riferimento per il proprio contratto di fornitura del gas.

Ecco che, quindi, scegliere un fornitore che sia raggiungibile anche sul territorio sarà ottimo, e darà una garanzia in più in caso di problemi, guasti e necessità di intervento.

  • La scheda di confrontabilità

Un sistema ottimo per poter scegliere la tua nuova offerta gas sarà costituita dalla scheda di confrontabilità. Questa è costituita da un documento grazie al quale sarà possibile confrontare le tariffe gas applicate sul mercato libero con quelle del servizio di maggior tutela.

Si può trovare sui siti internet dei fornitori di gas del mercato libero e, comunque, verrà poi inviata entro 10 giorni dalla stipula del proprio contratto.

Questa scheda si occupa di illustrare le condizioni economiche delle offerte del mercato libero. Vi si troveranno elementi come la stima della spesa annua e la variazione in euro e in percentuale tra i costi associati alle tariffe prese in considerazione. Quindi, guardando questa scheda sarà possibile capire quale tipo di tariffa sia effettivamente quella più conveniente.

Offerte gas, la scelta

Quindi, per poter scegliere l’offerta gas migliore per la propria situazione sarà necessario considerare tutti questi fattori. Solo in modo consapevole, sarà possibile evitare di incorrere in un contratto che non corrisponda alle proprie esigenze.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook