Le cucine plastic free che durano una vita

Perché non dovresti mangiare la liquirizia dopo i 40 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Superati i 40 anni dovresti smettereo, o perlomeno limitare molto, il consumo di liquirizia. Almeno stando a quanto ha dichiarato la Food and Drug Administration degli Stati Uniti che in prossimità di Halloween, ha messo in guardia i consumatori di alcuni possibili effetti nocivi dell’assunzione di caramelle alla liquirizia di colore nero, cioè quelle con la più alta concentrazione di liquirizia.

Il problema è causato dall’acido glicirrizico che può abbassare il livello di potassio nel corpo, soprattutto nelle persone over 40. Calo di potassio improvviso che, a sua volta, può causare battito cardiaco irregolare, sonnolenza e insufficienza cardiaca. Senza contare che l’acido glicirrizico può interagire con diversi farmaci a causa del suo ruolo antinfiammatorio.

In realtà la liquirizia si può consumare anche dopo i 40 ma limitando, appunto, le quantità. Considerate che, secondo la Food and Drug Administration degli Stati Uniti, 60 grammi di liquirizia nera al giorno per almeno due settimane possono provocare ritmo cardiaco irregolare o aritmia. In pratica corrisponderebbe a 6 rotelle di liquirizia al giorno.

FONTE: FDA

Per approfondire:

 

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook