Off Grid Box: a Expo il dispositivo per dire addio alle bollette di luce, acqua e gas (e non solo)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come eliminare per sempre contratti e bollette di luce e gas? Come mettere al sicuro le popolazioni colpite da crisi o emergenze e rimaste senza acqua e senza energia? L’“Off grid box” è un modulo di autosufficienza in grado di rendere indipendente qualsiasi unità abitativa.

Si tratta, infatti, di un dispositivo di ultima generazione, brevettato dalla Fabbrica del Sole di Arezzo, capace di autoprodurre energia pulita e acqua potabile attraverso pannelli solari e fotovoltaici, pale eoliche e altre fonti rinnovabili, restando del tutto indipendente da reti elettriche, condutture del gas o acquedotti.

Il sistema (brevettato) è un piccolo container alto 2m, da cui si estraggono i pannelli solari fotovoltaici e si montano sul tetto per produrre energia elettrica e raccogliere l’acqua piovana, mentre i tubi solari sottovuoto producono acqua calda. Il sistema brevettato integra: fotovoltaico (e il micro-eolico) per l’energia elettrica, la raccolta e il trattamento dell’acqua piovana per usi domestici e l’irrigazione, il solare termico per produrre acqua calda sanitaria, caldaia a pellet o pellet/legna.

Non è difficile, quindi, immaginare quanto questo piccolo box possa essere d’aiuto alle popolazioni in difficoltà, come quelle colpite da calamità naturali. Per questo Oxfam e Fabbrica del Sole saranno insieme ad Expo Milano 2015, dal 30 Agosto al 06 Settembre. A Cascina Triulza verrà presentato il lavoro realizzato in sostegno di oltre 2 mila abitanti delle Filippine colpiti dal passaggio del tifone Hayan del 2013, che ha devastato l’arcipelago provocando oltre 6.300 morti, danneggiando gravemente 1.140.000 abitazioni ed eliminando moltissime fonti di acqua potabile.

off grid 2

OFF GRID BOX TM in Philippine shool

OFF GRID BOX TM global delivery

Oxfam ha installato tre Off Grid Box nel nord della regione filippina del Cebu, duramente colpita dal passaggio di Hayan. Attualmente i tre dispositivi, oltre a fornire energia elettrica, consentono una produzione complessiva di 6.000 litri d’acqua al giorno, realizzata prevalentemente grazie ad un dissalatore ad osmosi inversa completamente autosufficiente, contenuto all’interno di uno dei tre Off Grid Box, che permette di trattare l’acqua di mare per renderla potabile.

Ad oggi oltre 2.000 persone si servono dell’acqua e dell’energia fornite dai tre dispositivi, gratuitamente e senza alcun impatto sull’ambiente. Un risultato che si sposa perfettamente con il tema di Expo, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Roberta Ragni

Leggi anche:

FOTOVOLTAICO OFF-GRID E INDIPENDENZA ENERGETICA: È GIÀ POSSIBILE STACCARSI DALLA RETE E DIRE ADDIO AL PETROLIO?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook