Expo 2015, presentato il progetto per riqualificare le cascine

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un progetto sostenibile sul futuro di Milano. In vista dell’Expo 2015, ieri è stato presentato il progetto “Cascine Expo 2015”, volto al recupero e allo sviluppo delle cascine milanesi.

In particolare, l’obiettivo dell’iniziativa è quello far rivivere le cascine delle città e i terreni dei dintorni, sia recuperandole che ristrutturandole attribuendo loro nuove funzioni, tra cui l’agricoltura, l’ospitalità e altre fome di accoglienza sociale. Ma non solo. Nel progetto è prevista anche la creazione di mercati a chilometri zero, di orti urbani, di “laboratori del gusto“, di foresterie, come già avviene al Parco Lambro.

L’inventario delle cascine, realizzato dal Comune, dal Politecnico e del Centro studi Piano intercomunale milanese, mostra ben 59 cascine di proprietà del Comune, di cui 18 sono diroccate. Attualmente il progetto prevede la messa al bando entro il mese di gennaio della Cascina Molino San Gregorio al Parco Lambro e della Cascina San Bernardo a Chiaravalle, a cui il Comune di Milano contribuirà con circa 8 milioni di euro. Successivamente toccherà al Parco delle Cave e ad altre 5 cascine. Ma, come assicura il sindaco Letizia Moratti, entro il 2015 tutto il patrimonio sarà recuperato.

La Moratti si è dichiarata entusiasta dell’iniziativa: “Sono felice di presentare un progetto nato molti anni fa, quando ho pensato di candidare Milano all’Expo 2015 e a come poter valorizzare la nostra città. L’agricoltura urbana e periurbana è molto coerente con le caratteristiche del nostro territorio e con il tema dell’Esposizione universale, legata al problema della carenza di cibo e a quello dell’educazione alimentare. Da qui è nata l’idea di dare vita a un progetto per lo sviluppo delle cascine milanesi, lasciando intatta la loro identità agricola”.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook