Bellezza green: ecco gli agricosmetici che preferiscono gli italiani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bellezza al naturale e agricosmetici: dalla bava di lumaca a quella per il corpo alla linfa di vite, dallo scrub allo spumante al bagnoschiuma al latte d’asina. È il tempo dell’ “agribeauty contadino” e la Coldiretti ne dà conferma, registrando il 71% degli italiani che ormai si fidano di più di un cosmetico fatto con i prodotti naturali di un’azienda agricola piuttosto che di quelli prodotti da una marca commerciale.

L’associazione lo rende noto sulla base di una indagine Ipr marketing in occasione dell’apertura del primo salone dell’agribeauty del contadino ad Expo nel Padiglione Coldiretti “No farmers no party” (ingresso sud).

Insomma, molte campagne italiane qui hanno la possibilità di dare testimonianza della loro capacità di innovazione, perché è presso di esse che sono nati nuovi prodotti e tecniche di wellness proprio utilizzando le proprietà dei diversi prodotti agricoli.

Ma quali sono gli agricosmetici? Forse non tutti sanno che, per esempio, con il latte d’asina, già utilizzato dall’imperatrice romana Poppea, si creano moltissimi cosmetici, dalla crema listante allo scrub detergente, dal sapone effervescente, alla maschera per il viso, tutti con effetti antiossidanti contro l’invecchiamento. Anche la linea cosmetica allo spumante, poi, sfrutta le proprietà di un potente antiossidante contenuto nello spumante stesso, in grado di contrastare invecchiamento cutaneo e i processi infiammatori.

LEGGI anche: 5 Scrub per il corpo ed esfolianti vegan fai-da-te per una pelle da vacanza

La cara vecchia bava di lumaca pare che più di tutti abbia proprietà idratanti, lenitive e rigeneranti, ideali per la rigenerazione della pelle.

Ma anche le erbe aromatiche e officinali sono ricchissime di antiossidanti e molto apprezzate in campo cosmetico, tanto da ricavarne preziosissime creme, alleate della bellezza e del benessere naturale.

E i cosmetici a base di stella alpina? Anche questa meravigliosa pianta, grazie anche alla cura degli agricoltori, sta tornando a diffondersi sulle nostre montagne tanto che i suoi estratti sono utilizzati in cosmesi per le loro proprietà antinfiammatorie, dermoprotettive ed antiossidanti.

Dalla vigna poi – continua la Coldiretti – nascono eccellenti prodotti per la bellezza naturale, come le creme al moscato o al Friularo o Verdicchio e Barbera fino allo scrub ai vinaccioli che una volta macinati finemente, permettono l’asportazione delle impurità e del sebo svolgendo una pulizia profonda e un’efficace azione levigante lasciando la pelle pulita, liscia, idratata e luminosa. Per non parlare dell’ottimo dopobarba all’amarone che garantisce un’elevata protezione dagli agenti atmosferici e grazie ai suoi principi attivi lascia un gradevole e caratteristico profumo sulla pelle appena rasata.

LEGGI anche: Olio vinaccioli: tutti gli usi e dove trovarlo

Molto richiesti sono anche i prodotti per la bellezza all’olio extravergine d’oliva, da sempre fonte inesauribile di salute per la pelle. Grazie alla sua acidità, infatti, fortemente compatibile con quella dell’epidermide, svolge una funzione emolliente e protettiva ed è anche un ottimo antiossidante e anti radicali liberi.

Germana Carillo

LEGGI anche:

Wellness di campagna: agriestetiste alla riscossa!

10 scrub per il viso fai-da-te

Uno scrub autoprodotto, naturale ed economico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook