Animali: le 5 buone notizie del 2012, per un futuro migliore

L’anno che sta per concludersi ha conosciuto parecchi momenti negativi per la tutela degli animali in Italia. Gli esempi potrebbero essere infiniti e hanno il volto delle migliaia di vittime senza nome, uccise dall’indifferenza e dai soprusi, come lo sfortunato randagino finito in un fusto di catrame e lasciato morire senza essere soccorso.

Alcune di loro, invece, un nome ce l’avevano e le loro storie restano ben impresse nella nostra mente, come quella di Alexandre, il giraffino del circo Orfei che ha trovato la morte dopo una coraggiosissima fuga verso la libertà, o di Sgronfy, la maialina fatta a pezzi davanti casa ancora in cerca di giustizia.

Per fortuna, però, ci sono anche vittorie che lasciano un messaggio di speranza per un futuro migliore per i gli animali. Ecco perché vogliamo celebrare la fine dell’anno ricordando le 5 buone notizie che ci lascia il 2012:

Cani e gatti possono salire sui treni ad alta velocità

Sia Italo che Trenitalia hanno finalmente aperto i loro vagoni agli animali, anche a quelli di grossa taglia. Fino a metà della scorsa estate, invece, viaggiare con il proprio peloso sui treni italiani, a meno di possedere un cane di piccola taglia adeguatamente sistemato in un trasportino, era di fatto un’odissea, come aveva rivelato una ricerca dell’Enpa dimostrando che per andare da Torino da Palermo si sarebbero impiegate ben 32 ore, o 27 ore con due cambi.

Vietato vietare animali nei condomini

Sembra un gioco di parole, ma è questo ciò che ha stabilito la Camera con un’integrazione all’articolo 1138 del Codice Civile, secondo la quale “le norme del Regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali domestici“. Finalmente l’anacronistico divieto di possedere o detenere animali da compagnia, quando previsto dal regolamento condominiale, è stato abolito, dando via libera alla convivenza tra bipedi umani e quadrupedi pelosi.

Liberazione dei beagle dall’allevamento Green Hill

È stata una delle notizie più emozionanti dell’anno e della lotta contro la vivisezione. Dopo il sequestro della struttura, lo scorso 27 luglio oltre 2500 cani destinati a partire verso l’inferno dei laboratori hanno abbracciato la vita e la libertà. Hanno visto per la prima volta la luce del sole e hanno scoperto per la prima volta come sono fatti l’erba, le passeggiate e le carezze. A distanza di mesi, però, la vicenda rimane intricata, la struttura è stata dissequestrata, le famiglie affidatarie continuano a vivere nell’incertezza, nel terrore, e il voto sull’articolo 14 che continua a essere rinviato.

Rafforzamento dell’obbligo di soccorso degli animali feriti

Niente più scuse: soccorrere gli animali in caso di incidenti stradali è obbligatorio, grazie al rafforzamento del Decreto attuativo del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sul Codice della Strada, che ha fissato dall’estate 2010 l’obbligo di fermarsi in caso di incidente con un animale, oltre all’equiparazione dello stato di necessità di trasporto di un animale ferito come per una persona e all’utilizzo di sirena e lampeggiante per ambulanze veterinarie e mezzi di vigilanza zoofila.

Cani ammessi nei negozi e negli uffici del Friuli

I fidati compagni a quattro zampe, almeno in questa regione del nostro Paese, non si dovranno più fermare davanti ai cartelli che ne vietano l’ingresso. Lo stabilisce la legge “Norme per il benessere e la tutela degli animali d’affezione”, approvata dal Consiglio regionale, presentata dal consigliere regionale Roberto Novelli, primo firmatario, insieme all’on. Michela Vittoria Brambilla, in rappresentanza della Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente, Fulvio Tomsich (LAV Trieste), Gianfranco Urso (Coordinatore regionale ENPA), Elena Riggi (presidente Enpa di Udine) e i rappresentanti locali della Lega Nazionale per la Difesa del Cane e dell’Oipa. Speriamo che presto l’esempio del Friuli sia seguito ovunque lungo tutto lo stivale.

Coop

Arrivano le ciliegie “Buone e Giuste” senza glifosato di Fior Fiore Coop

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook