Perdere peso 5 volte più facilmente con questa tecnica di immaginazione mentale. Lo studio

perdere peso

Immagini motivazionali che lascerebbero completamente libere le persone nelle loro scelte facendole dimagrire

Inventarsi proprie immagini di come il cambiamento potrebbe portarti ad essere, visualizzare un “tu” futuro senza quei chili di troppo e dimagrire. Non è fantascienza, ma è quella che gli esperti giurano essere la nuova strategia per combattere il sovrappeso, che farebbe perdere in media cinque volte in più.

Si tratta del Fit, ossia del Functional Imagery Training, una tecnica di immaginazione mentale che farebbe ridurre anche il giro vita, col solo potere dell’immaginazione.

Sciocchezze direte voi, la cosa è confermata da una ricerca pubblicata dall’Università di Plymouth e dalla Queensland University.

Gli studiosi hanno coinvolto 141 persone, alcune delle quali sono stati assegnate a un programma FIT, altre a un programma Motivational Interviewing (MI, ossia il dialogo motivazionale). Mentre quest’ultimo consiste in una tecnica per cui un consulente sostiene chi vuole dimagrire aiutandolo a evidenziare e verbalizzare i propri bisogni o le motivazioni per cui vuole cambiare, il FIT utilizza immagini multisensoriali per esplorare questi cambiamenti insegnando al “paziente” come ottenere e mettere in pratica le stesse immagini, finché non diventa una “abitudine cognitiva”.

È fantastico che le persone abbiano perso molto più peso con questo intervento in quanto, a differenza della maggior parte degli studi, non fornisce consigli sull’alimentazione, sull’attività fisica o sull’educazione: le persone erano completamente libere nelle loro scelte ed erano sostenute in quello che volevano fare, non con un regime prescritto”, dice Linda Solbrig, ricercatrice che ha condotto l’analisi.

Lo studio ha dimostrato come dopo sei mesi le persone che hanno utilizzato il sistema Fit abbiano perso una media di 4,11 kg (rispetto a una media di 0,74 kg nel gruppo dell’intervento MI motivazionale).

linea

La maggior parte delle persone concorda sul fatto che per dimagrire bisogna mangiare di meno e fare più esercizio fisico, ma in molti casi le persone semplicemente non sono abbastanza motivate per dare ascolto a questo consiglio, per quanto possano essere d’accordo – spiega Solbrig. Quindi, la Fit ha l’obiettivo principale di incoraggiare qualcuno a inventarsi proprie immagini di come il cambiamento potrebbe portarle ad essere e di come può essere raggiunto e mantenuto”.

Tutta questione di testa, dunque. Se il vostro cervello non ha alcuna intenzione di procedere a un dimagrimento, non ci sarà verso. Immaginare come si sarebbe altrimenti, invece, e gli obiettivi che si potrebbero perseguire una volta scesi i chili di troppo, è un altro paio di maniche.

Leggi anche

Germana Carillo

Giornalista pubblicista, classe 1977, laureata con lode in Scienze Politiche, Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci anni.
Caffé Vergnano

Women in coffee, il progetto che sostiene il ruolo delle donne che lavorano nelle piantagioni di caffè

Coop

Fuori la plastica dai sacchetti del pane!

tuvali
seguici su Facebook