Dieta del radicchio rosso: come disintossicarsi prima delle festività

dieta-radicchio

Natale si avvicina e con esso anche le famose “abbuffate”. Niente paura, la dieta del radicchio promette in pochi giorni una depurazione ad hoc proprio prima delle feste.

Bello, colorato e sano, il radicchio è un ortaggio che dovremmo mettere più spesso in tavola e che si è reso anche protagonista di un regime alimentare detox.

La dieta del radicchio rosso si può seguire ad esempio per disintossicarsi giocando d’anticipo in previsione dei pranzi di Natale e Pasqua o prima di altri eventi importanti, quando già si è coscienti che si esagererà un po’ con il cibo.

Radicchio rosso, proprietà

Questa dieta si basa principalmente sulle proprietà del radicchio rosso, che si caratterizza soprattutto per la capacità di sgonfiare la pancia, pulire l’intestino e favorire la digestione, tutto questo in particolare grazie alla presenza di fibre alimentari.

Si tratta di un ortaggio molto povero di calorie, ricco di minerali (potassio, fosforo, magnesio e calcio) e vitamine (in particolare vitamina C) oltre che di fibre. E’ dotato quindi di potere saziante e di sostanze molto benefiche per l’organismo tra cui anche gli antociani, antiossidanti che gli donano il caratteristico colore e gli conferiscono proprietà ipocolesterolemizzanti.

L’effetto detox è poi assicurato dalla presenza dell’acido cicorico, responsabile del retrogusto amaro di questo ortaggio che aiuta a depurare il fegato e, tra le altre cose, anche ad evitare ristagni di liquidi e a tenere lontana la cellulite.

I principi attivi del radicchio sostengono inoltre il sistema immunitario e hanno un blando effetto lassativo.

radicchio

Come funziona la dieta del radicchio rosso

Alla base vi è una dieta ipocalorica (da seguire per alcuni giorni) in cui il radicchio rosso è l’elemento predominante, almeno nei pasti principali.

Dunque a pranzo e a cena si può pensare ad un menù a base di radicchio fatto ad esempio di risotto integrale al radicchio, insalata di radicchio, radicchio al forno, spaghetti integrali con radicchio e tante altre ricette a base di radicchio sia crudo che cotto da scegliere in base ai vostri gusti.

Ai piatti col radicchio si possono associare delle proteine magre come possono essere quelle del pollo o del prosciutto crudo, dei legumi, del pesce azzurro o altro. Attenzione ovviamente a non esagerare con le porzioni.

Per colazione, invece, si può scegliere di bere del tè verde accompagnandolo con cereali integrali, yogurt e frutta di stagione. Appena svegli, per favorire al meglio la depurazione, si può bere una tazza di acqua e limone.

Come spuntini è preferibile mangiare della frutta e bere delle tisane (che contribuiscono a saziare), queste sono ottime anche per terminare la giornata e rilassare prima del riposo. Meglio scegliere le tisane detox come ad esempio la tisana di finocchio.

Per favorire la depurazione con il radicchio, sceglietelo sempre di provenienza biologica sarebbe infatti un controsenso depurarsi con un ortaggio su cui sono stati utilizzati pesticidi.

Controindicazioni

La dieta del radicchio non presenta particolari controindicazioni a patto di essere seguita solo per qualche giorno, meglio se stabilita prima con un nutrizionista per fare in modo di renderla maggiormente equilibrata e adeguata alle esigenze del proprio fisico che variano in base a sesso, età, stile di vita, ecc.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Orticolario 2019

Torna la mostra dedicata a chi vive la natura come stile di vita

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

Hipp

Cosa si nasconde davvero dietro ai prodotti biologici: viaggio nella biofattoria di Hipp

dobbiaco

tuvali
seguici su Facebook