@alicja neumiler/Shutterstock

Come vivere più a lungo: la dieta mediterranea riduce il rischio di tutte le cause di morte

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Molte persone in tutto il mondo stanno vivendo una vita più lunga e più in salute grazie, in larga parte, a miglioramenti nella propria alimentazione. Un nuovo studio ha messo alla prova un particolare regime alimentare per sostenere la longevità.

Sappiamo tutti che la tutela della nostra salute e la prevenzione di molte malattie inizia a tavola, con la scelta di cibi freschi e sani e la preparazione di pasti equilibrati. Il forte legame fra alimentazione e longevità continua a rinsaldarsi attraverso studi e ricerche che mettono in luce come diversi tipi di dieta possano contrastare naturalmente l’insorgenza di alcune malattie.

Un recente studio condotto ha messo a confronto diversi regimi alimentari – la dieta mediterranea, la dieta giapponese, la dieta vegetariana e la dieta nordica (piuttosto simile alla mediterranea, ma caratterizzata dalla presenza di pesci e altri alimenti tipici del Nord del mondo) , diffusi tradizionalmente in varie aree del pianeta – per provare a capire quale di questi sia effettivamente in grado di allungare l’aspettativa di vita delle persone – anche se, è bene ricordarlo sempre, un elisir di lunga vita non è stato ancora inventato. I ricercatori hanno semplicemente analizzato e comparato gli effetti di vari tipi di regimi alimentari sulla riduzione di patologie non trasmissibili geneticamente – quali problemi cardiocircolatori, malattie respiratorie croniche, tumori e diabete.

È emerso che è proprio la nostra dieta mediterranea, tipica del bacino Mediterraneo ma apprezzata ed elogiata in tutto il mondo, quella che presenta maggiori benefici per la salute e che promette un’aspettativa di vita più lunga. La dieta mediterranea (dalla parola greca δíαιτα – stile di vita) è molto più che un semplice regime alimentare: rappresenta infatti un crogiolo di conoscenze, abitudini e tradizioni diffusesi storicamente in tutte quelle regioni affacciate sul cosiddetto Mare Nostrum. Alla base della dieta mediterranea ci sono alimenti di origine vegetale – come olio di oliva, legumi, cereali, frutta e verdura; la dieta contempla anche quantità moderate di pesce, pollame e prodotti caseari e un più limitato consumo di carne rossa, dolci e grassi animali. La piramide alimentare permette di comprendere meglio quali sono i cibi che vanno consumati con maggiore frequenza e quelli da consumare meno spesso:

ieta mediterranea e longevità

Credits: Mediterranean Journal of Nutrition and Metabolism

La dieta mediterranea prevede una convivenza sostenibile con l’ambiente naturale, con il rispetto della stagionalità dei prodotti naturali, del ciclo delle colture, del territorio e della biodiversità. Per questo motivo, questo regime alimentare è un modello di dieta salutare e sostenibile – che fa bene sia a noi che al pianeta.

Per quanto riguarda gli effetti positivi sulla salute, ci sono numerosi studi che testimoniano gli effetti positivi di questo stile alimentare su longevità e prevenzione delle malattie, grazie alla presenza di particolari alimenti. L’olio extra-vergine di oliva per esempio, diversamente da altri grassi di origine animale, migliora la fluidità della membrana cellulare e abbassa i livelli di trigliceridi nel sangue. Frutta e verdura tipici della macchia mediterranea contengono numerose vitamine che hanno un forte potere antiossidante e antinfiammatorio e svolgono una funzione regolatrice del metabolismo, agendo sulla risposta insulinica; inoltre, sono ricchi di fibre essenziali per un buon funzionamento dell’intestino.

Fonte: Mediterranean Journal of Nutrition and Metabolism

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook