La dieta mediterranea alleata dell’intestino: aumenta i batteri buoni 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La dieta mediterranea una manna per l’intestino. Re incontrastato delle nostre tavole, lo stile alimentare legato ai Paesi mediterranei oggi guadagna un ulteriore punto a suo favore: capace di aumentare i batteri buoni, si rivela essere infatti (anche) amico dell’apparato intestinale.

A confermarlo è uno studio del Wake Forest Baptist Medical Center, nel North Carolina, secondo cui seguire una dieta a base vegetale, ricca di frutta e verdura, aumenta i batteri buoni che vivono nell’intestino fino al 7% rispetto a solo lo 0,5% di una dieta incentrata sulla carne.

Non meraviglia sapere, ancora una volta, quanto la dieta mediterranea sia foriera soltanto di benefici: protegge il cuore e combatte la depressione, riduce il rischio di recidive di tumori e combatte il diabete.

Ora si scopre che la dieta mediterranea è anche in grado di aumentare la quantità di batteri buoni. Per arrivare a queste conclusioni, gli studiosi hanno comparato due diete di pari calorie: un regime alimentare mediterraneo – comprensivo di pesce, olio di pesce, olio di oliva, succo di verdura e purea di frutta – e uno stile alimentare a base di carne e un alto livello di zuccheri e grassi, con lardo, burro, grasso animale, saccarosio e fruttosio.

Al termine delle indagini, è stato analizzato in laboratorio il microbioma, ossia i batteri buoni e cattivi che vivono nel tratto gastrointestinale ed è emerso che la diversità batterica dell’intestino nel gruppo che aveva seguito la dieta mediterranea era molto più alta rispetto a quella di coloro che avevano seguito il regime alimentare maggiormente incentrato sulla carne.

Abbiamo circa 2 miliardi di batteri buoni e cattivi che vivono nel nostro intestinospiega l’autore principale della ricerca Hariom Yadav. Se i batteri sono di un certo tipo e non adeguatamente bilanciati, la nostra salute può risentirne”.

In buona sostanza, le ricerche evidenziano che i batteri buoni, soprattutto il Lactobacillus, la maggior parte dei quali sono probiotici, aumentano significativamente con la dieta mediterranea.

Un binomio perfetto, se si considera che è stato dimostrato anche che dieta mediterranea e probiotici, i batteri buoni contenuti in molti alimenti fermentati, sono fondamentali in genere nella prevenzione del cancro.

Via libera, dunque, a tutto ciò che di buono offre il nostro principale regime alimentare, senza eccedere con la carne rossa e seguendo la meravigliosa varietà di frutta e verdura offerta dalle stagioni.

Sull’argomento leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Repubblica di San Marino

Repubblica di San Marino: il turismo slow e green che non ti aspetti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook