Dieta del kiwi: come funziona, menu settimanale, cosa mangiare e controindicazioni

dieta-kiwi

Tra le tante diete lampo e alla moda esiste anche quella del kiwi che promette di perdere peso in una sola settimana consumando regolarmente questo frutto insieme ad altri cibi. Scopriamo allora come funziona la dieta del kiwi e cosa consente di mangiare.

Il kiwi è un frutto ricco di proprietà noto soprattutto per il suo alto contenuto in vitamina C e per la presenza di fibre che lo rendono un rimedio naturale spesso consigliato in caso di stipsi. Non tutti sanno però che questo frutto è diventato anche protagonista di una popolare dieta.

Dieta del kiwi, come funziona

La dieta del kiwi sfrutta le potenzialità diuretiche e disintossicanti di questo frutto che è tra l’altro un alimento antiossidante, a basso contenuto calorico e dall’effetto lassativo.

Sostanzialmente questo regime alimentare propone di affiancare ad una classica dieta ipocalorica il consumo di kiwi che si aggiungono ad ogni pasto (o quasi) interi oppure sotto forma di frullato o macedonia.

Può essere consigliata alle persone che vogliono perdere qualche chilo (2-3) in maniera veloce, ad esempio dopo i periodi di festività per rimettersi in forma in poco tempo. La dieta del kiwi va seguita per soli 7 giorni ma oltre a stare attenti all’alimentazione è fondamentale anche bere molta acqua per favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

dieta kiwi cuore

Dieta del kiwi, cosa mangiare

Chi segue la dieta del kiwi può mangiare alimenti leggeri come carne e formaggi magri, pesce, pane e pasta integrale, verdura, frutta e yogurt magro. Contemporaneamene però si devono consumare molti kiwi.

Questo frutto può essere aggiunto ad esempio a delle macedonie, allo yogurt, ai cereali per la colazione ma ci sono anche ricette salate in cui si unisce il kiwi a delle insalate esotiche o addirittura a dei primi piatti. Si tratta infatti di un ingrediente versatile, per chi sa come utilizzarlo.

Per quanto riguarda i condimenti, la dieta del kiwi consente l’utilizzo di due cucchiai di olio extra vergine d’oliva al giorno.

dieta kiwi succo

Dieta del kiwi, schema settimanale

Vi proponiamo un menù settimanale della dieta del kiwi a titolo esemplificativo. Come sempre vi consigliamo infatti di rivolgervi ad un esperto che vi proporrà la dieta più adatta alle vostre esigenze.

LUNEDI’

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata senza zucchero, tè verde
Pranzo: risotto ai funghi o con altri condimenti leggeri, insalatona e kiwi
Cena: zuppa di legumi, verdure miste e kiwi

MARTEDI’

Colazione: yogurt magro con 2 kiwi a pezzi
Pranzo: pasta integrale al sugo con parmigiano e verdure, un kiwi
Cena: carne magra con verdure grigliate e kiwi

MERCOLEDI’

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata senza zucchero, tè verde
Pranzo: pasta al pesto, gamberetti e insalata, un kiwi
Cena: formaggio magro (ad esempio ricotta) con verdure di stagione, pane integrale e un kiwi

GIOVEDI’

Colazione: macedonia di frutta con 2 kiwi e tè verde
Pranzo: insalata di cereali con verdure miste, un kiwi
Cena: vellutata di verdure di stagione più un affettato magro e un kiwi

VENERDI

Colazione: latte scremato con cereali integrali e 2 kiwi
Pranzo: spaghetti o pasta di riso con verdure, fesa di tacchino, un kiwi
Cena: pesce alla piastra con contorno di verdure, pane integrale e kiwi

SABATO

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata senza zucchero, tè verde
Pranzo: insalatona con verdure e formaggio, pane integrale, un kiwi
Cena: bresaola e rughetta con pane integrale e kiwi

DOMENICA

Colazione: yogurt magro con due kiwi, un infuso
Pranzo: pasta al tonno, verdure di stagione, un kiwi
Cena: passato di verdura con crostini di pane integrale e kiwi

Tutti gli spuntini possono essere fatti con kiwi freschi oppure con un frullato di kiwi fatto sul momento, altri succhi di frutta, fette biscottate, yogurt magro o gallette di riso.

dieta kiwi colazione

Dieta del kiwi, controindicazioni

La dieta del kiwi non ha particolari controindicazioni se non che è una dieta lampo che promette un dimagrimento tanto rapido quanto fugace. C’è da dire in realtà che non tutti gli intestini tollerano bene in frutto così ricco di fibre come il kiwi che in caso si segua questo regime alimentare si consuma in grandi quantità nel corso di tutta la giornata. Possono dunque comparire alcuni fastidiosi sintomi gastrointestinali.

Ricordiamo inoltre che il consumo di kiwi è in generale sconsigliato a chi soffre di colite, diverticoli, morbo di Crohn in fase acuta o rettocolite ulcerosa. Se avete qualsiasi tipo di patologia evitate questa come altre diete fai da te e rivolgetevi ad un nutrizionista.

Dieta del kiwi, il parere della nutrizionista

Abbiamo chiesto a Enrica Bovio, biologa nutrizionista e biologa molecolare, un parere sulla dieta del kiwi. Ecco cosa ci ha detto:

“Il kiwi è un frutto di piccole dimensioni, con una densità energetica bassa, ricco di vitamina C e con un buon contenuto di fibre, necessarie per raggiungere il quantitativo giornaliero consigliato e per ottenere così dei benefici per l’apparato digerente”.

Perché la dieta del kiwi attira le persone?

“Perché, come molte diete di tendenza, promette un rapido calo di peso se si segue questo genere di alimentazione per una settimana o poco più. Indubbiamente la possibilità che un simile regime alimentare funzioni è alta perché si tratta di una dieta ipocalorica che funzionerebbe anche senza la necessità di inserire dei kiwi in tutti i pasti. Le diete del kiwi esaminate sono quindi ipocaloriche, troppo ricche di carboidrati semplici e povere di carboidrati complessi”.

Queste diete funzionano davvero? Si è realmente più magri dopo una settimana?

“In realtà no perché in un intervallo di tempo così breve si perde peso ma non massa grassa”.

I chili persi sono mantenuti una volta terminata la dieta?

“No, appena si conclude la dieta si riacquista il peso perso e non vorrete più mangiare kiwi per qualche mese, garantito”.

Consiglieresti questo tipo di dieta?

“No, come non consiglierei tutti i regimi alimentari che puntano su alimenti miracolosi (dieta delle uova, del riso, del limone) perché non educano a un’alimentazione corretta e otterrete sempre il solito risultato, perdere peso velocemente e riacquistarlo altrettanto velocemente. La dieta deve essere concepita come uno stile di vita e non come una restrizione di qualche settimana. Se si impara ad alimentarsi in modo corretto è possibile dimagrire, anche se più lentamente, ma in modo sano e risulterà più facile mantenere i chili persi nel tempo. Se desiderate migliorare la vostra alimentazione e il vostro stile di vita parlatene con i professionisti della nutrizione, medici e biologi, che sapranno sicuramente consigliarvi al meglio”.

Potrebbero interessarvi anche altre diete:

Francesca Biagioli