dieta-gelato

È possibile dimagrire mangiando il gelato? Secondo la dieta del gelato, proposta anche da noti nutrizionisti, sì ed è molto semplice oltre che gustoso.

Durante le giornate estive quando fa molto caldo, spesso si ha voglia e necessità di mangiare cose fresche, tra queste un posto di primo piano occupa sicuramente il gelato, solitamente considerato però una merenda. La dieta del gelato prevede invece l’inserimento di quello che è un alimento a tutti gli effetti come sostituto di un pasto. Vediamo come…

Come funziona la dieta del gelato

La dieta del gelato parte dal presupposto che il gelato è un alimento completo, contiene infatti zuccheri, proteine e grassi soprattutto se si sceglie nelle varianti alla crema in cui è presente il latte e/o la panna. Visto che l’obiettivo però è perdere peso di solito si consiglia di scegliere i gelati alla frutta, più leggeri e meno calorici, oppure i sorbetti e non proprio tutti i giorni concedersi quello a base di creme.

Se si vuole seguire questa dieta estiva bisogna sostituire un pasto principale della giornata proprio con il gelato, generalmente è più comodo il pranzo dato che spesso si è fuori casa e magari è pratico mangiare qualcosa di veloce oltre che gustoso.

Se siete volenterosi potete anche scegliere di preparare da soli in casa il gelato con ingredienti di stagione, genuini e biologici:

Generalmente la dieta del gelato si segue per una sola settimana e a seconda dei casi permette di perdere velocemente 2-3 chili. Può essere poi ripetuta nel tempo lasciando passare ad esempio un mese prima di seguirla nuovamente.

gelato cono

 

Ricapitolando la dieta del gelato:

  • sostituisce un normale pasto con il gelato
  • dura una settimana ma si può ripetere dopo una pausa
  • permette di perdere 2-3 chili

 

Cosa mangiare nella dieta del gelato?

La dieta del gelato prevede di mangiare in maniera sana e non troppo calorica a colazione e a cena, scegliendo alimenti di stagione freschi, cereali integrali e la giusta dose di proteine e grassi sani. Ovviamente la caratteristica principale è quella di sostituire il pranzo o la cena con del gelato (mai mangiarlo invece dopo pasto).

Naturalmente ci soffermiamo in particolare su quale tipo di gelato sarebbe meglio scegliere. Come già detto meglio le varianti alla frutta visto che sono meno caloriche ma è concesso anche un gelato al fior di latte con frutta fresca o un mix di creme e frutta. Considerate infatti che il gelato contiene differenti calorie a seconda del gusto prescelto

  • Gelato al cioccolato: 240 calorie per 100 grammi
  • Gelato al cocco: 240 calorie per 100 grammi
  • Gelato al fior di latte: 218 calorie per 100 grammi
  • Gelato al pistacchio: 200 calorie per 100 grammi
  • Gelato alla nocciola: 185 calorie per 100 grammi
  • Gelato alla vaniglia: 180 calorie per 100 grammi
  • Gelato al limone: 130 calorie per 100 grammi
  • Gelato alla fragola: 120 calorie per 100 grammi
  • Gelato al latte di soia: 102 calorie per 100 grammi

Sarebbe bene prediligere il gelato artigianale piuttosto che quello industriale o confezionato che contiene una lunga lista di ingredienti non proprio sani e naturali anche se generalmente è meno calorico. 

Se si è intolleranti al latte o vegani è possibile ovviamente sostituire il tradizionale gelato con quello realizzato a partire da latte di soia o latte di riso.

gelato cialda

 

Schema menù settimanale

Vi presentiamo un possibile schema alimentare di dieta del gelato in cui a pranzo si sostituisce il pasto con questo alimento e nel resto della giornata si segue una dieta normale in stile mediterraneo. Naturalmente si tratta solo di un’indicazione generica, chiedete consiglio ad un nutrizionista che vi indicherà la dieta migliore pensata per le vostre specifiche esigenze.

LUNEDI’

Colazione: yogurt o latte (anche vegetali), muesli di cereali integrali e frutta
Pranzo: gelato alla frutta mista
Cena: zuppa di verdura con crostini di pane integrale
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

MARTEDI’

Colazione: spremuta o estratto, tè o infuso con pane integrale, affettati o hummus di ceci
Pranzo: gelato al fiordilatte con sopra frutta fresca
Cena: orata al forno con patate
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

MERCOLEDI’

Colazione: toast con pane integrale con ricotta
Pranzo: gelato metà alla crema metà alla frutta
Cena: scaloppine con verdure e un panino integrale
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

GIOVEDI’

Colazione: yogurt o latte (anche vegetali), muesli di cereali integrali e frutta
Pranzo: gelato alle creme
Cena: uova con verdure di stagione e pane
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

VENERDI’

Colazione: spremuta o estratto, tè o infuso con pane integrale, affettati o hummus di ceci
Pranzo: gelato allo yogurt con sopra frutta fresca
Cena: risotto e insalata
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

SABATO

Colazione: toast con pane integrale, formaggio o affettati
Pranzo: gelato alla frutta mista
Cena: pasta e fagioli o legumi e verdure
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

DOMENICA

Colazione: yogurt o latte (anche vegetali), muesli di cereali integrali e frutta
Pranzo: gelato metà creme metà frutta
Cena: insalata di farro o orzo con verdure di stagione
Spuntini: frutta, yogurt o gallette

mangiare gelato

 

Il parere del nutrizionista Pietro Migliaccio

Il noto nutrizionista Pietro Migliaccio si è espresso positivamente nei confronti della dieta del gelato. Ovviamente questo alimento non va mai aggiunto a fine pasto ma mangiato singolarmente, solo in questo modo può rivelarsi amico della nostra linea.

Secondo l’esperto è possibile seguire la dieta del gelato per una sola settimana ma anche a settimana alterne, non ovviamente se si soffre di diabete o se si è obesi.

Per approfondire l’argomento leggi anche:

Dieta del gelato, controindicazioni

La dieta del gelato è un regime alimentare che si può seguire una tantum per ottenere una perdita di peso rapida. Questo però non ha effetti a lungo termine e non è improbabile che, chi la segue, una volta tornato alla consueta alimentazione riprenda anche ciò che era stato perso.

Non si cerca infatti di educare ad una corretta alimentazione ma si promuove un semplice e gustoso escamotage per perdere qualche chilo in fretta. Può essere quindi utile in occasioni particolari ma non se si vuole fare seriamente un lavoro sul proprio corpo per il quale consigliamo sempre di rivolgersi ad un esperto che valuterà la situazione della singola persona nello specifico.

La dieta del gelato è sconsigliata a chi soffre di diabete e alle persone obese per le quali è necessario fare un tipo di alimentazione controllata molto più mirata e di diverso genere.

Francesca Biagioli

banner guida pulizie

Scrittori di classe

Come iscrivere la tua scuola a "salvare il Pianeta”, il concorso di Conad e WWF

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
settimana riduzione rifiuti 2018
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram