dieta iperproteica

Non fanno bene. anzi! Sono le diete iperproteiche. Carboidrati, grassi e proteine: il nostro organismo ha bisogno di tutto, senza nulla escludere.

Così, se i carboidrati sono essenziali perché ci forniscono l’energia sufficiente e certi tipi di grassi (come gli omega 3, per esempio) sono utili per il sistema cardiovascolare, anche le proteine svolgono un ruolo fondamentale perché aiutano ad incamerare energia, costruire e i riparare i muscoli e a rafforzare le difese immunitarie.

Le proteine, infatti, sono composte di aminoacidi, che compongono a loro volta i tessuti, inclusi i muscoli, i vasi sanguigni, i capelli, la pelle e le unghie. Ma anche nel loro caso, se ne assumiamo in eccessive quantità, mettiamo a rischio il nostro organismo. Potremmo, infatti, essere colpiti da sbalzi di umore, potremmo ingrassare o sentirci spossati.

LEGGI anche: LA DIETA CHE ALLUNGA LA VITA? POCHE PROTEINE E SEMI-DIGIUNO 2 VOLTE A SETTIMANA

La dose giornaliera raccomandata di proteine varia dai 50 ai 62 grammi al giorno.

Ma ccosa accade al corpo con una dieta iperproteica?

Lo spiega la nutrizionista Kaleigh McMordie che in un articolo sul Reader's Digest spiega che l’organismo invia segnali precisi, che possono racchiudersi in 7 punti. Ecco quali:

Uova

1 – Malumore. È uno dei primi rilevatori di un surplus proteico. Per ritrovare il buonumore è necessario riequilibrare necessariamente i nutrienti. Per quanto riguarda i carboidrati, meglio preferire complessi come frutta, yogurt, riso integrale e avena piuttosto che pasta o pizze.

2 – Spossatezza e cervello annebbiato. Segnale soprattutto che si sta riducendo la dose giornaliera di carboidrati. Una soluzione può essere fare spuntini sani tra il pranzo e la cena per sentirsi sazi, senza per questo avere il cervello “annebbiato”.

LEGGI anche: LE 10 MIGLIORI FONTI VEGETALI DI PROTEINE

3 – Arrabbiarsi. Quando passa troppo tempo tra un pasto e l'altro, si può avere la sensazione di perdere la pazienza. Per McMordie ciò significa che l'organismo sta assumendo troppo proteine. "Senza abbastanza carboidrati - sottolinea - il livello di zucchero nel sangue crolla e non viene prodotta abbastanza serotonina, facendoci sentire arrabbiati". Se si ha questa sensazione, McMordie suggerisce di mangiare uno snack, come yogurt greco e frutti di bosco, formaggio e frutta, oppure hummus e cracker integrali.

4 – Ingrassare. Chi vuole dimagrire velocemente spesso prende in considerazione l’idea di seguire una dieta proteica, ma spesso si rischia di ottenere l'effetto contrario, ossia ingrassare. "Questo è vero soprattutto se si assumono troppe proteine animali o si bevono troppi frullati proteici - avverte McMordie - la carne ha spesso grassi e calorie extra, mentre alcuni frullati proteici sono ricchi di zuccheri aggiunti che ne migliorano il sapore. Nel tempo, un eccesso di calorie, non importa se derivanti da grassi, zuccheri o proteine, può causare un aumento di peso". Per una dieta più bilanciata occorre includere proteine magre, cereali, frutta e verdura.

LEGGI anche: PROTEINE: CARNE E FORMAGGI PERICOLOSI COME IL FUMO

5 – Stitichezza. Se si assumono troppe proteine, l'organismo ha difficoltà a digerire e l'intestino fa fatica a restare regolare. Il suggerimento è di assumere almeno 25 grammi di fibre al giorno da cibi come cereali integrali (avena e quinoa), verdura e frutta.

6 – Avere sempre sete. Un altro segnale che l'organismo sta assumendo troppe proteine è il costante desiderio di bere. "La disidratazione è causata dallo smaltimento, da parte dei reni, di proteine in eccesso - spiega lo chef Ken Immer - questo provoca un bisogno frequente di urinare, una leggera disidratazione e per chi ne è predisposto, la formazione di calcoli renali".

7 – Avere l'alito cattivo. Non solo mangiare troppa carne fa sudare di più, ma provoca anche l'alito cattivo. "Quando il corpo è in riserva di carboidrati - chiosa McMordie - usa il grasso come se fosse combustibile, producendo chetoni, che posso dare all'alito uno spiacevole odore di acetone".

Le controindicazioni delle diete iperproteiche

Le controindicazioni della dieta proteica e gli effetti collaterali che possono comparire sono dunque:

• Affaticamento di fegato e reni

• Stitichezza

• Mal di testa

• Disturbi dell’umore

• Disordini del ciclo mestruale

• Alito cattivo

• Aumento del colesterolo e dei trigliceridi

• Maggior rischio gotta

• Maggior rischio tumore al colon retto

• Possibile effetto yo-yo al termine della dieta

Diete iperproteiche, i diversi tipi:

Germana Carillo

 

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram