Quale specie animale prenderebbe il sopravvento se gli uomini si estinguessero?

b2ap3_thumbnail_ratti_0.jpg

Sembra una domanda da film di fantascienza, sul modello de Il Pianeta delle Scimmie, e invece è un’indagine scientifica, condotta da un team di ricercatori dell’Università di Leicester, in Regno Unito. E la risposta a cui gli studiosi sono pervenuti è la seguente: se l’umanità scomparisse, sarebbero i ratti a prendere il sopravvento, sconfiggendo la “concorrenza” di gatti e maiali selvatici. Vediamo perché.

Gatti, maiali selvatici e ratti sono le tre specie animali che, più di ogni altra, sanno adattarsi ad ecosistemi differenti e a diverse condizioni climatiche, dimostrando una grande capacità di sopravvivenza. Rispetto a gatti e maiali selvatici, però, i ratti hanno anche una maggiore diffusione geografica.

Per questo, nel caso di un’estinzione di massa determinata dall’attività umana o da un evento catastrofico, è più probabile che, da qualche parte nel mondo, alcuni esemplari di ratto sopravvivano e che, date le enormi capacità di adattamento della specie, prendano progressivamente il sopravvento, andando a dominare il regno animale.

Gli scienziati sostengono che, una volta divenuti i “padroni” del mondo e avendo a disposizione più spazio, i ratti andrebbero incontro anche ad alcuni cambiamenti ed evoluzioni, a partire – con ogni probabiltà – da un aumento delle dimensioni: proprio come accadde ai mammiferi dopo la scomparsa dei dinosauri, circa 65 milioni di anni fa, quando – si suppone – un asteroide colpì la Terra.

I mammiferi superstiti approfittarono di tutto lo spazio che l’estinzione dei dinosauri aveva messo a loro disposizione, adattandosi anche fisicamente alla nuova situazione e acquisendo nuove caratteristiche e abilità, e mano a mano ripopolarono il Pianeta, finendo per dominare il regno animale.

Si tratta, avvertono gli scienziati, di processi molto molto lunghi, che possono durare milioni di anni: per questo, non è possibile affermare, oggi, come e in quali ulteriori direzioni un ratto potrebbe evolvere e modificarsi se l’umanità scomparisse davvero e se la sua specie diventasse dominante sul Pianeta.

Al di là di ipotesi fantascientifiche su come potrebbe essere un mondo dominato dai ratti, per gli scienziati questa ricerca vuole essere anche – soprattutto – un invito alla riflessione: negli ultimi decenni, le attività umane hanno determinato la distruzione di interi habitat naturali ed ecosistemi, causando la scomparsa di diverse specie animali e alterando in modo rapidissimo e senza precedenti le condizioni di vita sulla Terra.

Se nei prossimi secoli l’umanità non vuole andare incontro ad un’estinzione di massa, forse dovrebbe sin da ora rallentare la propria corsa e cominciare a trovare soluzioni e alternative per fare la pace con il mondo che la circonda e in cui vive.

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook