@Narupon Promvichai/Pixabay

Dopo Astrazeneca, anche Johnson & Johnson: i sintomi di trombosi a cui fare attenzione (secondo l’agenzia danese)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo il caso AstraZeneca, ora anche il nuovo vaccino Johnson & Johnson è sotto la lente di ingrandimento per alcuni casi di trombosi che hanno portato gli Usa a chiedere la sospensione del vaccino. “Raccomandiamo una pausa nell’uso di questo vaccino per cautela”, ha annunciato la Food and Drug Administration su Twitter.

Nel frattempo, le dosi Johnson & Johnson arriveranno nel pomeriggio all’hub della Difesa di Pratica di Mare in Italia.

Ma quali sono i segnali di trombosi a cui fare attenzione?

Lo svelava la Danimarca, che è stata tra i primi Paesi europei a sospendere la somministrazione AstraZeneca l’11marzo, in una lettera ai vaccinati. L’Agenzia Danese indicava i sintomi a rischio, invitando a contattare il proprio medico in caso di alcuni specifici segnali.

“Lo scopo è aumentare la consapevolezza sui sintomi a cui le persone dovrebbero reagire. Se sei stato vaccinato con il vaccino AstraZeneca negli ultimi 14 giorni e manifesti segni di sanguinamento della pelle o delle mucose, dovresti consultare un medico”, si leggeva nella missiva.

Leggi: Quali sono i primi segni di trombosi? Come capire se hai un coagulo di sangue

Attenzione anche alla formazione di lividi, tranne che nel punto in cui è stata praticata l’iniezione, piccole macchie rosse sulla pelle o sanguinamento copioso.

“L’Agenzia danese per i medicinali insieme all’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e le altre autorità di regolamentazione dei farmaci nell’UE stanno indagando sul vaccino AstraZeneca a seguito di segnalazioni in Europa di casi molto rari, ma gravi, che hanno coinvolto persone che allo stesso tempo avevano sperimentato una bassa conta piastrinica nel sangue, sanguinamento e coaguli di sangue dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca”, proseguiva ancora.

Questi sono i segnali a cui bisogna essere attenti come misura precauzionale, mentre le indagini sono ancora in corso:

  • segni di sanguinamento della pelle o delle mucose
  • lividi
  • piccole macchie rosse sulla pelle
  • sanguinamento che non si ferma normalmente.

Inoltre, potrebbero esserci altri diversi sintomi di coaguli di sangue (a seconda della posizione del coagulo di sangue nel corpo). Questi potrebbero essere:

  • forte mal di testa
  • forte mal di stomaco
  • una gamba che diventa fredda
  • dolore improvviso e inaspettato in parti del corpo
  • difficoltà respiratorie
  • paralisi di un lato del corpo

Tuttavia, potrebbero esserci altri sintomi di coaguli di sangue. E per questo motivo, è importante essere attenti e consultare un medico se:

  • si verificano sintomi a lungo termine dopo la vaccinazione (cioè che durano più a lungo dei normali 3 giorni dopo la vaccinazione);
  • si verificano sintomi che stanno peggiorando;
  • si verificano nuovi sintomi dopo la scomparsa dei ben noti sintomi transitori che molti sperimentano nei primi giorni dopo la vaccinazione.

Fonte: FDA, Agenzia danese per i medicinali

L'articolo riprende studi pubblicati e raccomandazioni di istituzioni internazionali e/o di esperti. Non avanziamo pretese in ambito medico-scientifico e riportiamo i fatti così come sono. Le fonti sono indicate alla fine di ogni articolo
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook